giovedì 24 novembre 2016

E' morta Rita Barberà... fece di Valencia una città "incredibilmente" turistica

Rita Barberà è morta, ma sulle causali preferirei non aggiungere nulla (ved. qui).


Rita Barberà è stata il sindaco di Valencia per 24 anni (dal 1991 al 2015), e per chi “lavora” seriamente nel turismo è stata sicuramente un personaggio molto importante per l'economia di quella città.
Infatti capì immediatamente che Valencia aveva un grande risorsa per... 


… ritornai a Valencia nel 2010 per mera curiosità a causa del gran sentirne parlar turisticamente bene, e conoscevo abbastanza bene quella città per esserci stato moltissimi anni addietro (ci lavorai da ragazzino) e quello che vidi fu indescrivibilmente bello e davvero professionale... talmente così tanto che non la riconobbi.

Inutile fare delle disamine sulle differenze con quello che si vede qui nella mia Regione (Liguria) e da chi sono turisticamente amministrate anche le città, ci vorrebbero le pagine della Treccani, mi basta dire che anche l’erba è più professionale perché ci cresce più diritta.
Rendo l’idea?
Comunque, erba o non erba, la Barberà era sì l’Alcadesa e le decisioni finali ovviamente spettavano a lei, ma è l’entourage che lei disponeva (fortemente voluto da lei) e di cui m'informai che fu una cosa davvero fantastica.

Potrei fare una sequenza di nomi che pochissimi di noi sanno chi siano, ma correrei il rischio di tediar forse un po’ troppo, però posso dire che dopo averli ascoltati e per bene studiati, mi sono sempre più reso conto del perché li SI, e qui invece… NO.
In quel di Valencia si usano poche parole e camminare … possibilmente sudando.
Nel caso allargherei la mia opinione a differenza di tutto il panorama italico e non solo ligure; ma questa è un’altra storia.

Josè Gisbert, in quel periodo, era il Direttore Generale del Consorzio di Valencia che con l’apporto di Michel Hodara era alla guida di professionisti altamente specializzati nei campi della televisione, ospitalità, intrattenimento e media, dove avevano instaurato un rapporto con le varie associazioni che aveva un qualcosa di innaturale per noi; nessuno comandava e andavano pazzescamente d’accordo.
Mentre le decisioni erano sempre prese all'unanimità.
Diciamo che
alla fin fine vinceva sempre la logica del bene della popolazione di quella città, e non quella personale (ostinazioni, burocrazia e altro che non sto’ qui a dire)... tutta gente che non si auto lodavano come invece accade a chi non sa far altro che quest'ultima cosa.

E per fare solo qualche esempio...
riportarono per la seconda volta l’America’s Cup nella loro città, nonché il Gran Premio di formula 1 in un brevissimo periodo di tempo.
Valencia aveva inoltre un nuovo sbocco al mare, alberghi completamente rinnovati, quartieri ricostruiti ex novo e un trionfo di urbanistica e di economia... e il tutto in perfetta sintonia con la qualità.

R. I. P. Rita Barberà... è un gran peccato... e poi in 'sta maniera...


Nessun commento: