venerdì 27 gennaio 2017

7° non rubare (i meriti e le idee altrui), anche perché prima o poi... le paghi

Gianni Berrino, l'assessore del turismo della Liguria, dice d'essere felice e contento del suo lavoro, e immancabilmente c'aggiunge che lui (e pure loro) l'è davvero bravo .. d'altronde i dati che sfoggia a tutto spiano dovrebbero dargli ragione (ved. qui): Turismo da record in Liguria: le presenze registrate nel 2016 hanno superato quota 15 milioni (numero delle notti trascorse nelle strutture ricettive) con un incremento del 5,34 % rispetto al 2015”, solo che...


Eh già; solo che molti comuni della Liguria (la maggior parte?) il marketing turistico, e così pure molti notissimi alberghi, quel marketing turistico se lo stanno facendo da soli, investendo pure delle cifre davvero considerevoli, tralasciando così di partecipare alle Fiere del settore insieme alla Regione (ved. qui)... e pertanto che cippa di merito ha?


E poi...
… ma davvero si può pensare che un miserrimo più 5% sia una cifra considerevole dopo tutti i casini che sono accaduti negli ultimi tempi (terrorismo) in molte parti del nostro pianeta e laddove il turismo andava per la maggiore?
E perché Taranto, che tanto turistica non è, ha le stesse percentuali, eh?
E perché chi sa davvero lavorare bene ha dei ricarichi anche di 6 (sei) volte maggiori alla Liguria?


… mi sa che quel “merito” l'abbia solo ed esclusivamente chi ha finalmente capito che “camminare” con “sti personaggi che amministrano il turismo regionale senza un minimo specifico pregresso nel settore” sarebbe stato inutile... ed infatti così fu!
Anche perché per il turismo non hanno fatto nulla di davvero innovativo che già non si facesse negli anni passati (dopo quasi un anno si sta ancora aspettando la nuova governance come avevano promesso fare in 90 gg., ma chissà dove giace... sempre che l'abbiano solo che cominciata), mentre quel poco di valido che stanno producendo, ecco che "alcuni di quelli" l'hanno “carpito” con astuzia e con l'inganno.

Cosa di cui (inteso sull'inganno) qui si hanno innumerevoli pezze d'appoggio, neh!
E sempre che riescano a farlo come andrebbe fatto... ma anche su quello ho dei grandissimi dubbi, in considerazione del fatto che chi “ruba”, ecco che difficilmente riesce a mandare avanti, come dovrebbe, un progetto studiato da altri... e infatti...

Ed è un vero peccato che la Legge non tuteli, in Italia, le idee altrui... e questo "sti galantuomini" lo sanno di certo. 

Eh già... magari ti chiedono il prezzo per  realizzare l'idea... se la fanno spiegare per bene... fanno gli amiconi... e poi... zac!



2 commenti:

sergio cusumano ha detto...

@Luciano

A parte il premiarsi di meriti altrui ma la cosa che mi fa rabbrividire è rubare le idee degli altri e farle proprie.
E' da queste cose che si capisce con chi si ha a che fare.

:-((((((((((((((((((((((((((((

Luciano Ardoino ha detto...

... a chi lo dici...

:(

Nel mio lavoro, e quando uno/a arrivava in ufficio con una idea che reputavo valida per l'azienda, avevo istituito un premio in denaro, ed era facile che prendesse anche una posizione lavorativa migliore... in base a quell'idea.

Questi?

Lasciamo perdere va...
Ma non è finita di certo!
:)