mercoledì 12 aprile 2017

Marco Bucci, Liguria Digitale e quella candidatura a sindaco di Genova per il centro destra (Lega Nord)...

... che forse sarebbe meglio lasciar perdere.
Ma vediamo il perché...

... Marco Bucci, l'attuale candidato sindaco del centro destra (CDX) della mia città, Genova, è l'amministratore unico di Liguria Digitale (ex Datasiel) dall'ottobre 2015, ed è quello che avrebbe dovuto mettere a posto l'ambaradan del digitale regionale che tanto bene non andava per niente.
Ci sarà riuscito dopo il suo avvento?
Vediamo un po'!

Nel campo dei servizi sw e IT è abbastanza normale in Italia, da quel che si vede in giro, che i fatturati siano relativamente modesti in rapporto al numero dipendenti.
Questo dipende dal fatto che l'attività di sviluppo sw è di fatto manuale e non automatizzabile, a contrario di molte attività industriali.
Per cui i margini sulla vendita dei servizi sono relativamente ridotti.

Leggendo il bilancio 2012 (quand'era ancora Datasiel) si scopre che il costo del personale era pari a 21,787 milioni di Euro (pag. 46), con un costo medio del lavoro per dipendente che risultava pari a ca. 53,28 mila € (così è dichiarato a pag 6, ma a me risulta 55,58 mila € in rapporto a 392 dipendenti)... che non sapessero fare di conto?
Vabbeh!
Pertanto l'incidenza sul fatturato era abbastanza pesante e arrivava a quasi il 59%.
Dubito comunque siano stati un modello di produttività, visto che il ROS (margine operativo/valore produzione) si aggirava sul 8,86%.

Mentre adesso, col Bucci al comando, aprendo il bilancio 2015 a pag. 4 (ved. Qui) si nota chiaramente che l'andazzo non è per nulla migliorato, anzi...
Il fatturato continua ad essere sui 37-38 milioni di euro e la dotazione organica è passata dagli allora 392 agli attuali 411 (hanno incorporato una srl che era in-house ad una ASL).

Se poi si apre il conto del personale (ved. Qui) si nota subito che oltre 23 dei 38 milioni se ne vanno in costi del personale, scoprendo così che l'incidenza del costo del personale sul fatturato è addirittura peggiorato... infatti l'attuale è del 60,5%.
Alla faccia del bicarbonato!
Considerando poi che altri 13.5 milioni se ne vanno per l'acquisto di servizi, buona parte dei quali saranno sicuramente costi di consulenti esterni.
Ma cos'è cambiato da allora?... e dov'è sta bontà operativa che vanno auto dicendosi, eh?
Dando poi un'occhiata alla distribuzione per età anagrafica... e si considera in che ambito lavorano... o mamma mia!
Il rapporto dirigenti/dipendenti sembra anche buono, ma hanno però parecchi quadri e settimi livelli, in totale oltre 150... assurdo, imho!... ma probabilmente per mere questioni anagrafiche.
Chiediamoci chiaramente: ma è uno stipendificio?... e stanno in piedi solo perché il lavoro è continuativamente assicurato da Regione e ASL varie.

P. S.: Certo che se avessi gestito anch'io in questa maniera le aziende turistiche nel mio passato lavorativo e avessi portato un bilancio così al CEO o alla proprietà... meglio non dire va... e vorrebbe amministrare la città di Genova?

Meglio lasciar perdere, va!


Per il resto delle str... anezze (di non poco conto) che in prima persona mi risulta essere effettuate in quell'ambito... a presto.
C'è molto altro da dire.



10 commenti:

Francesco Pedroni ha detto...

Perbacco che bravo che è quel signore.
Davvero bravo
E se dovesse vincere che Genova diventerà??

vinc ha detto...

Dal quasi 59% al 60,5% di incidenza del personale sul fatturato?
Un fenomeno!!!

:-DDD

Luciano Ardoino ha detto...

Eh già...

;)

sergio cusumano ha detto...

E' quello dei tuoi programmi?


Luciano Ardoino ha detto...

@Sergio

Sì, chillullà.

sergio cusumano ha detto...

Come quel falso amico che ci segue finché dura il sole. Un ombra e nulla più.

Che faccia faccia, che ci faccia il piacere.

vinc ha detto...

@Sergio

belin come sei profondo

:-DDD

sergio cusumano ha detto...

@Vinc

Se non avessi da fare ti risponderei per le rime

:-DD

Luciano Ardoino ha detto...

Ha ha ha

voi due...

:D

Anonimo ha detto...

E l'hanno anche candidato a sindaco???????????????