domenica 21 maggio 2017

Cioè, l'Enit...

Cioè...
ma questi qui di ENIT si prendono quasi 4 mesi di tempo nel 2017 solo per approvare una delibera che differisca l'effettiva approvazione del loro bilancio consuntivo 2016 di sei mesi dalla data del 31/12/2016.... ma in via del tutto "occasionale", sia chiaro.
E come la motivano?

A causa delle "particolari esigenze" relative alla situazione dell'organico dell'Agenzia e in virtù dell'entrata in vigore di un decreto-legge (139/2015) pubblicato sulla G.U. il 18 agosto del 2015 attinente alle regole di redazione del bilancio per le grandi società di capitali e gli enti di interesse pubblico.

In una delibera che chiarisce peraltro come il direttore finanziario sia stato nominato esattamente un anno prima (il 20 aprile 2016).
E che caspita avrà fatto questo signore qui (Leonardo Francesco Nucara) in 8 mesi di lavoro, nel 2016, secondo voi, per prepararsi all'inevitabile scadenza?
Eh... ma che volete, il problema è che l'OIC (Organismo italiano di contabilità... ved. qui), che peraltro non è nemmeno un organismo pubblico, ma privato...

ha pubblicato i principi contabili aggiornati solo a fine del 2016... poi siccome entro il 30/04/2017, secondo statuto ENIT, bisognava depositare il bilancio 2016 al MiBACT e il bilancio ohibò... proprio non c'è... perché pure gli ulteriori 4 mesi del 2017 mica sono stati ancora sufficienti per redigerlo, eh... ecco che 10 gg. giusti giusti prima della scadenza "fatale" si fa scattare la "provvidenziale" proroghina di un paio di mesetti.

Una delibera che a leggerla tutta è un vero capolavoro di arrampicata sugli specchi... perché cosa volete... pure la mancanza del correlato disposto fiscale non permette di definire bene le imposte correnti e la fiscalità differita e comunque la sua pubblicazione potrebbe anche comportare ulteriori sforzi interpretativi...
Che, sia detto francamente, alla modesta cifra annuale di euro 90.000 + 20% max di premio variabile (è lo stipendio del Nucara) appaiono davvero davvero improbi da sostenere tutti quanti insieme... così.
Ved. qui il bilancio consuntivo... sic!... tanto per farsi un'idea.

ME-RA-VI-GLIO-SI... si fa per dire...
E che altro si può dire, eh...
Ah, già... attenti... che sul piano della promozione tutto procede per il meglio, poiché per la prima volta in assoluto al mondo (ved. qui... ma si può?)

E il video da 30" per l'evento sportivo quale sarebbe? 
Temo di saperlo... è mica questo qui?... ormai realizzato tre anni fa...

E la foto vincitrice del concorso su Instagram? 
Davvero originalissima !!!!... eccome no e vedi a lato... e anche qui si fa per dire, neh! (ved. qui)

... ed ecco che la Roberta Milano, il direttore del marketing digitale dell'Enit, ha finalmente ingranato la quinta marcia (retro, però).



6 commenti:

frap1964 ha detto...

Però bisogna dire che l'attività di comunicazione con agenzie giornalistiche ha funzionato davvero a meraviglia, perché se si controlla il profilo Facebook della ragazza della foto, che ha vinto il concorso, si scopre che era una giornalista lì presente all' ATP di Madrid per lavorare.:-)

Luciano Ardoino ha detto...

... come a dire che l'hanno reclamizzato abbastanza bene, neh!

;)

frap1964 ha detto...

Ma quindi... se circa un terzo dell'incoming spagnolo del 2016 è riconducibile ad una vacanza di tipo sportivo, con quale video siamo andati a fare promozione mirata al particolare target sui campi dell'APT madrileno?
Le Piazze d'Italia mi parrebbero lievemente fuori contesto... per dire.
Ma no dai... sono sicuro che hanno prodotto qualcosa di innovativo e dedicato allo specifico segmento, in coerenza agli studi sulla matrice Paese-prodotto-mercato che avevano messo a budget nel 2017 per oltre due centinaia di migliaia di euro, se non ricordo male.
Ma forse ci stanno ancora studiando su quella matrice...
E il video allora quale sarà stato e dove sarà?
Mistero misterioso...
#suenaunENITchesappiafarefinalmenteilpropriolavoro

vinc ha detto...

Il video le Piazze d'Italia per un soggetto sportivo?

Sempre che il video sia quello.
E se è quello?


perdinci

:-DD

frap1964 ha detto...

Sul voler differire l'approvazione del bilancio 2016 l'annuncio era già arrivato a metà febbraio 2017 (vedi nota del CdA in home page del sito di ENIT).
Dal momento dell'annuncio all'effettiva messa in pratica... due mesi.
Per redigere ed approvare una delibera di due paginette, di cui una pagina e mezza di "premesso che", "considerato che", "visto che"... in totale 60 gg.
Questi sono quelli che sette mesi fa, a Rimini, andavano professando velocità.

frap1964 ha detto...

Infine va detto che questa delibera del CdA è la n. 11/2017.
Dal sito di ENIT si evince come la delibera n. 8/2017 (l'ultima tracciata) risalga al 15/02/2017.
Quindi se nei primi 45 gg. del 2017 il CdA si è riunito perlomeno 3 volte (19/01, 03/02, 15/02) approvando almeno 8 delibere, nei successivi 60 gg. non si sa bene cosa abbiano fatto, ma al 20/04 si dovrebbe dedurre che più di ulteriori 3 delibere non si siano occupati.
Sempre per il medesimo motivo del convegno riminese di 7 mesi fa: serve velocità.
Va bene che i ministeri competenti ancora non hanno stabilito i compensi, ma caspita... non si può certo dire che si stiano ammazzando di lavoro da quelle parti, neh.