venerdì 20 dicembre 2013

Liguria: come spezzare i sogni e frantumare la mezza stella per i direttori d'albergo

Dopo circa due anni è uscita ... ma non posso crederci ma soprattutto non voglio crederci.
Digerisco tutto, come gli struzzi, tranne che il surreale e gli ... lasciamo perdere, va.

Mi riferisco alla vicenda della "mezza stella" da aggiungere alla dotazione di cui il ricettivo (alberghi, hotel etc.) già dispone, e che m'inventai circa due anni fa ...
... lo scopo della mezza stella era quello di dare un "merito" ai direttori d'albergo che sempre si sono distinti nello svolgimento della propria professione, e intendo quelli che ricevono molteplici complimenti e poche lamentele, anzi per niente di quest'ultime ... possibilmente.

In poche parole quelle persone che ti danno la tranquillità e la sicurezza che tutto andrà per il verso giusto.
Diciamo una specie di riconoscimento, inteso che così lo sanno tutti (tour operators e agenzie di viaggio, soprattutto e compresi), e questo per poter in un'attimo sapere se in quel dato albergo, resort etc., c'è a capo una persona con due bocce così (nessuna distinzione tra uomini e donne, per carità, ma solamente in senso lato).

Ovviamente la scelta sarebbe ricaduta, secondo un progetto ben stabilito da professionisti (quelli veri) del settore alberghiero, nei confronti di chi se lo merita davvero attraverso seri controlli e bla bla bla.

Questa cosetta sarebbe stata d'aiuto anche per il cliente che in un battibaleno avrebbe potuto fare le sue scelte.
Cosa che contemporaneamente avrebbe innalzato di molto l'utilità di disporre di un bravo direttore d'albergo, a chiaro guadagno del settore in generale e per permettere il miglioramento di chi ancora non l'è per il suo conseguimento.

Bene, detto e fatto, lo propongo a chi di dovere (almeno dovrebbe) e mi riferisco all'assessore al turismo della mia Regione(Liguria), Angelo Berlangieri, che da quella cosa che ritengo come molto ma molto produttiva, ecco che dopo due anni all'incirca esce da str ... anezza qua.
Per darci un taglio e farla in breve, la "mezza stella" diventerà "Direttore Top Class" (che minkia è?) e il riconoscimento, sempre inteso come quella cosa che permetterebbe in un attimo di capire se il direttore è veramente bravo, beh; di botto sparisce.

... infatti la "mezza stella" non si sommerà alle tradizionali “stelle” che classificano gli alberghi per legge, ma valorizzerà e promuoverà la qualità dei servizi offerti che fanno capo alla figura del direttore d’albergo.
Come a dire ... alè, l'ennesima calcomania da attaccare ai vetri d'ingresso o sui personali biglietti da visita e che nessuno considera nemmeno di striscio, anzi ... se ti arriva qualche lamentela, ecco che lo prendono pure in giro.

E chissà se quella calcomania, una volta che il direttore che se l'è guadagnata ma che poi ha scelto altre locazioni, rimarrà appiccicata perennemente ai vetri dell'hotel dove una volta ci lavorava?
Credo proprio di sì!
Pensare che quando me l'inventai, immaginavo che il direttore se la sarebbe portata appresso, considerando che la sua professionalità ... etc. etc. debba per forza seguirlo, visto che è lui che la sa fare e non il direttore che verrà dopo.

... e poco importa se da "ideatore" io sia diventato "collaboratore" come riportato nel fondo (ma proprio in fondo) da parte del responsabile (credo e bontà sua) della redazione della Regione Liguria, tal Mauro Boccaccio.
Ma quest'ultimo la conoscerà la regola delle cinque "W" che poi altro non è che la regola del giornalismo mondiale? ...
  • WHO («Chi»)
  • WHAT («Che cosa»)
  • WHEN («Quando»)
  • WHERE («Dove»)
  • WHY («Perché») ... mah? Presa per i fondelli simultaneamente da più parti? ... c'è chi dice di sì e io pure!
 Ma ciò che più me le fa girare a mo di ventilatore è che quella "mezza stella" non si sommerà alle tradizionali stelle che classificano gli alberghi per Legge (quale Legge (?) ... considerando che il Titolo V demanda alle Regioni e che ...) ... risultando che così la definizione di Direttore Top Class (?) non servirà a un "razzo".

Inrazzato?
No, sai chemmefrega, però un po lo sono anche perché questa benedetta "mezza stella" avrebbe dovuto essere lo start per ben altre cose che avrebbero dato maggior qualità proprio laddove siamo carenti.

P. S.: ... e dovrei fare il presidente per la mia Regione di 'sta cosa qua (?) ... ma per piacere!
E se volevano arrivare a questo ci sono riusciti.

Le presidenze non mi sono mai piaciute e mai le ho accettate, figurati adesso che hanno completamente snaturato una buona idea ...
Direttore Top Class?
Ma che ri-minkia è?
E che decidano pure tutto da soli che di certo non ci metterò mai becco ... magari il becco a mo di picchio lo metterò dopo che li avranno nominati ... ecco quello sì!

... a presto ...









21 commenti:

vinc ha detto...

@Luciano

No dai, non ci posso credere.

Ho letto il pezzo di quel giornalista [?] e che la mezza stella non potrà essere inclusa nel ricettivo.
Quel Boccaccio o come si chiama conosce le regole delle 5 W (in inglese who?, what?, where?, when? e why?)

?????

e l'assessore della tua regione che cosa dice?

sergio cusumano ha detto...

So quanto ci tenevi alla mezza stella per poi dare gambe alla tua classificazione alberghiera di qualità e me ne dispiace immensamente.

Questa è gente che non ti merita.

Fregatene a passa avanti Luciano anche se capisco che ti sia difficile per l'amore che hai per il tuo lavoro.

Luciano Ardoino ha detto...

@Vincenzo e Sergio

Nessun problema davvero.
Mi sento solo un pochettino preso per i fondelli e ... vabbeh, passa di certo.

:)

Francesco Pedroni ha detto...

@Luciano

Tu non vuoi che qui si usino delle brutte parole e di conseguenza non lo farò ma ne avrei da dire in gran quantità.

:(((((

Luciano Ardoino ha detto...

@Francesco

Dai, me le dirai al telefono.
Però non dirle a me che già me le sono dette da solo.

:)

Anonimo ha detto...

Esprimo la massima solidarietà per il collega e amico Luciano Ardoino che aveva ideato una cosa tanto semplice quanto efficace: la mezza stella (aggiuntiva) per tutte quelle strutture alberghiere in cui opera un Direttore capace. Era una soluzione intelligente che avrebbe anche avuto un impatto notevole sugli utenti che, per via degli strani meccanismi indotti dalle recensioni non certificate, sono sempre più in difficoltà nella scelta di una destinazione. Ma, ovviamente, c'è chi ha travisato e l'ha trasformata in una cosa del tutto inutile... nominando Luciano come "collaboratore" in fondo al comunicato. Non conosco personalmente Angelo Berlangieri (Assessore al Turismo della Regione Liguria) ma, se come penso, ha veramente a cuore le sorti della sua Regione ed è uomo corretto e trasparente credo sia opportuno intervenga immediatamente, sia per cambiare quel comunicato che per riportare quell'idea alle sue basi originali che, diversamente dal solito attestato appeso a qualche muro, è realmente garanzia nei confronti dei viaggiatori. Ci faccio affidamento.

Anonimo ha detto...

Aveva senso solo se ben riconoscibile accanto al nome dell'Hotel (e la mezza stella era perfetta), trasformandola così come hanno fatto poco importa se è assegnata al Direttore o al Doorman, non serve a una mazza. Quanto al senso del mio post, non mi piace vedere un collega e amico lavorare tanto per poi essere relegato all'ultima di copertina come l'addetto a reggere l'asta del microfono in una fiction. Rendere merito a chi ha buone idee non è un'ammissione di incapacità ma sinonimo di grande professionalità.

Anonimo ha detto...

i vantaggi in ambito Mktg e Comm sono due: 1) Tra un 3 stelle e un tre stelle e mezzo c'è un'immediata differenza di percezione visiva [e tu mi insegni che gli stimoli visivi sono piuttosto importanti] - 2) Diventa uno strumento di marketing sia a livello territoriale che per la singola struttura ricettiva che può veicolarlo nella propria comunicazione. Uno dei vantaggi indiretti è invece legato al fatto che la crescente abitudine di "eliminare" la figura del Direttore d'Albergo potrebbe anche avere un'inversione di tendenza (e tutto sommato non sarebbe male visto che se non si investe in qualità si va poco lontano, specialmente in ambito turistico). Poi se vuoi analizziamo anche altri aspetti positivi.

vinc ha detto...

@Luciano

A questi punti ti fermi con il tuo progetto della cadq?

Luciano Ardoino ha detto...

Ovviamente, caro Vincenzo.

:)







sergio cusumano ha detto...

@Luciano

Scusami ma quelli dell'ADA???


:(

Luciano Ardoino ha detto...

@Sergio

:D

Ti racconterò a voce

Luciano Ardoino ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Luciano Ardoino ha detto...

... diciamo che ci sono caduto come un'allocco in una situazione completamente pilotata.
Il giornalista?
Pilotato come un aereo da ricognizione.

Vabbeh, tutta esperienza

:)




B. C. ha detto...

Non ho parole, giuro.

Caro Luciano sa tu cosa fare






CptC ha detto...

Ciao Luciano, sono sbalordito e immagino il tuo stato d'animo.

Anche io non ho parole ma sono certo che tu le saprai dire o scrivere.

Luciano Ardoino ha detto...

@CptC

Ciao Capitano, probabilmente però è meglio che prima di scrivere qualcosa mi faccia sbollire l'incazzamento.

:)

vinc ha detto...

Scusa Luciano ma non riesco ancora a farmene una ragione.

Ma sono pazzi?



:(((((((((((

Luciano Ardoino ha detto...

@Vincenzo

... a chi lo dici.

:)

sergio cusumano ha detto...

Allora chi esaminerà i prescelti?
E secondo quali criteri?
Ne avete poi parlato o saranno più che altro degli -omaggi- fatti così tanto per dare un -merito- ad amici e parenti?

r

Luciano Ardoino ha detto...

@Sergio


Immagino l'ADA con il responsabile di qualche cosa nell'ambito del turismo e l'immancabile politico di turno.
Dei criteri ne avrei voluto parlare ma pare da alcune cose che ho capito durante i vari incontri avvenuti, che non interessi a nessuno.

L'ultima tua non la rispondo ma puoi ben immaginare il come la possa pensare.

:)