giovedì 23 aprile 2015

Liguria: e meno male che dicono di andare veloci

E ancun da sé che dixian d'esse veluxi (e meno male che dicono d'essere veloci).

Alla fine della “favola” la storia è tutta qui... semplice semplice.

S'era alla fine di luglio del 2013 e il presidente della Liguria Claudio Burlando con l'assessore ai Trasporti, Enrico Vesco, incontrarono Trenitalia a Roma per "cominciare a lavorare alla possibilità di garantire un collegamento ferroviario diretto e veloce" tra Genova e Milano in occasione dell'Expo 2015.

Nel frattempo Angelo Berlangieri, quello al turismo, si dava da fare per organizzare al meglio... il che cosa non l'ho ancora capito (sarà colpa mia?), ma il tempo passa e così s'arriva a gennaio dell'anno in corso e quindi alle porte dell'Expo 2015, mentre lui ancora aspetta la risposta da Trenitalia.
Certo che questi personaggi si fanno valere e contano un sacco, neh!

Però non è detto (si sa mai) ed ecco che in data odierna, a ben otto giorni dall'inaugurazione dell'importante (?) manifestazione milanese spunta che...

… ci sarà un solo treno e ancor più lento delle tradotte del tempo degli alpini lassù sul Piave, quelle che circa cento anni fa portavano a Paluzza e Tolmezzo.

E questo capolavoro di treno “speciale” esisterà solo il sabato, la domenica e pure i festivi dal 1° maggio al 31 ottobre 2015.
Orario del percorso dell'anda Genova/Rho e del rianda Rho/Genova?
All'andata 2 ore e sette minuti, mentre al ritorno qualcosa di più (due ore e 12 minuti).

E se al posto di dire d'essere veloci, dicevano di andare lenti, che picchio riuscivano ad organizzare in due anni?
Un calesse trainato da muli?

P. S.: Ah, dicono poi che ci sarà un autobus con partenza al mattino e ritorno alla sera con cui far venire i turisti nel capoluogo per poi destinarli dalle altre parti del Golfo Ligure...

… ma chi cippa ci potrà venire se quel mezzo è già pieno per far ritornare chi all'Expo c'è partito al mattino?... e quante migliaia di persone ci possono stare su di un bus?




1 commento:

BRANCA DORIA ha detto...

Meglio andarci a piedi