sabato 9 luglio 2016

Luca Cordero di Montezemolo: In un Paese serio l'Enit sarebbe già stato chiuso... poi le risposte della Christillin

A leggere le risposte (ved. qui) che la signora Evelina Christillin dà a Remo Vangelista di TTG, ci sarebbe da chiederci... ma come cippa hanno fatto a metterla lì all'Enit, eh!

Per la signora così com'è l'Enit, non è da buttare?
Eccerto, finché lor signori percepiranno lo stipendio, lauto e da oltre un anno, con i risultati che si sono visti finora... e senza contare quei milioni di euro a catinelle necessari per amministrare l'ambaradan per 12 mesi. 
... infatti è il governo e il CdA che andrebbero cambiati, compresa la Presidente che parla dal Museo Egizio di Torino, invece che dalla sede romana di Enit.
E d
opo un anno dalla nomina hanno fatto quasi meno dell'anno prima col commissario Cristiano Radaelli, il che è tutto dire.

Che poi la cosa che mi fa veramente roteare la bocciofila... "ma no... ma siamo sempre amici..." rivolgendosi all'amico Luca Cordero di Motezemolo che aveva osato pronunciare quelle parole.
Ma che cavolo c'entra?
E' PAGATA con soldi pubblici; ha un ruolo, dovrebbe fare un lavoro che sta facendo a tempo perso, veda di farlo bene piuttosto.... sempre che ne sia in grado e ci riesca.

A chi può importare chi sono i suoi amici o i suoi nemici...
Tipica visione e andazzo da italiano medio... raccomandato?
O cos'altro?
P. S.: Quasi quasi sarebbe da proporre per amministrare il marketing del turismo anche in Liguria, perché con 'sta gente che c'è qui, beh; ci starebbe bene di sicuro la Christillin (in quattro ci sono già per la cirulla, il ruba mazzetto etc., e si sa mai che qualche volta manchi qualcuno e possa servirne una quinta... e chissà che anche lei non sia di Fratelli d'italia e la cosa si possa fare... eh?... (ved. qui per conferma).


2 commenti:

frap1964 ha detto...

Tutto un teatrino.
Montezemolo che dice che nel 2014 avevano chiesto 20 milioni per la promozione, che il loro problema è riempire gli aerei che tornano dal'estero, e che da allora non hanno visto una cippa.
L'Evelina che dice, invece, che stanno collaborando su alcune cose... ma decchè?
A distanza di sei mesi il direttore "commerciale" di ENIT ancora non l'hanno nominato.
Non parliamo poi di quello dell'innovazione.
Bilanci sul sito di ENIT non se ne vedono.
Bandi di di assunzione del personale nemmeno.
Compensi dei dirigenti, idem.
Tutto fermo.
Son lì a cincischiarsi e a litigare col MIBACT da mesi: ormai è più che evidente quale sia l'andazzo reale.
Ora aspetto di sentire le ennesime favolette "strategiche" che verranno a raccontare dopo un anno dalle rispettive nomine.
Pubblicassero piuttosto i verbali dei CdA, invece di indire le conferenze stammpa: così ci si renderebbe davvero conto di quel che hanno fatto, di concreto.

Luciano Ardoino ha detto...

Beh, non avrebbero da pubblicare molto considerato che L'Evelina ne firma uno ogni 15 giorni circa...

;)