sabato 5 marzo 2016

La scimmia... del turismo

La prima cosa che ho letto oggi dice che una scimmia ha mosso una sedia con il pensiero (ved. Qui).
Non di certo quelle dei politici o affini a cui la scimmia non ci si applica nemmeno.
Mica scema!

La seconda: Giovanni Toti: Berrino e Fidanza costituiranno un gruppo di lavoro che studierà capillarmente le tematiche del turismo in Liguria e da questa analisi approfondita emergeranno le linee guida della ristrutturazione. «La nascita dell'Agenzia del Turismo - spiega Toti - fa parte di quella politica di semplificazione e snellimento che la nuova amministrazione vuol porre in essere con la creazione di altrettante agenzie regionali: quella di Protezione Civile, della Formazione e Lavoro e dei Trasporti. Il nostro obiettivo è razionalizzare compiti e funzioni, troppo spesso sparpagliati e indecifrabili e garantire a tutti i cittadini e gli operatori dei vari settori un interlocutore, unico, affidabile, concreto e facilmente reperibile (ved. Qui).

Ed ecco quello che penso e che, chissà se ancora una volta ma non ho dubbi, si dimostrerà esatto al 100%, come carta canta nei precedenti 2.400 post.
Penso che il commissario straordinario ed il gruppo di lavoro che "studierà capillarmente tutte le tematiche del turismo" sia l'ennesima presa di giro.
Il gruppo di lavoro serve perché Carlo Fidanza di turismo non ci capisce evidentemente una benemerita mazza (ved. qui il suo pregresso)?

Scommettiamo che nel gruppo di lavoro ci saranno un po' dei soliti fessi che lavorano "a gratis" per produrre l'ennesimo documento strategico del bla bla bla e/o in alternativa qualche amico cui affibbiare una bella consulenza sul nulla?
Invece di rivolgersi ai professionisti, quelli veri e non del digitale, neh, i quali in verità dovrebbero lavorare sotto le direttive dei precedenti e non l'inverso come capita nel Bel Paese (poi i risultati si vedono e sono sotto gli occhi di tutti! (ved. qui come e chi scelgono in quelle nazioni serie che davvero vogliono fare e poi fate la differenza).

Sono sempre più inconcludenti e ri-di-co-li.
E la cosa non mi sorprende affatto.

P. S.: Sorgeranno così tre nuove agenzie per poter inserire quelli che ancora stanno aspettando la gratificazione promessa (?) e, anziché snellire, ecco che aumenterà considerevolmente quella burocrazia che volevano snellire poiché in quelle careghe ci si siederanno i soliti noti con una esperienza specifica equivalente allo ZERO?... toh, proprio com'è già successo nel turismo!

Mi sa che oggi sarà meglio che non legga più niente, sennò chissà che altro mi può capitare. 
... ettepareva che anche la terza non fosse sullo stesso andazzo... ecco, manco il tricolore (il nuovo aereo di Matteo Renzi), a dimostrazione che qui vanno proprio all'incontrario di come dovrebbe.



... tre su tre e mo basta così, davvero. 





6 commenti:

sergio cusumano ha detto...

Con tre nuove agenzie una quarantina di persone le mettono a posto?

;-)))

frap1964 ha detto...

Pare dicono sembra che, in aereonautica, per convenzione, la punta dell'aereo sia da considerarsi come il pennone della bandiera. Per cui su uno dei due lati la stessa debba essere disegnata al contrario. In effetti cercando immagini dell'Air Force One si nota che su un lato della coda le stelle sono a dx e sull'altro a sx.
Per quanto riguarda le varie agenzie... c'è da chiedersi seriamente come passino il tempo tutto il santo giorno i dipendenti dei vari assessorati, a parte nel produrre delibere e montagne di carta perfettamente inutile.

Luciano Ardoino ha detto...

@Sergio

Se non proprio poco ci manca

:)

Luciano Ardoino ha detto...

@Frap

Se poi ascolti loro (ultimamente ne ho ascoltato uno anche per troppo tempo, gli altri che conoscevo e conosco per fortuna evitano certe ca@@ate) dicono di lavorare 11 ore al giorno, guadagnare poco, aver lasciato un lavoro più gratificante, che per loro la politica è essere al servizio del cittadino eccetera eccetera... senza contare che di pregresso nel settore dove lavorano ne hanno quanto ne dispone un ornitorinco in fisica nucleare.
E in più dicono d'essere bravi perché non conoscono il settore.

Ma sono certo che quest'ultima cosa l'hai già letta in qualche commento di qualche post fa.

;)

E' riuscito a far inca@@are anche CaptCook che è la persona più mansueta e tranquilla del mondo.

sergio cusumano ha detto...

Il turismo italiano è quasi totalmente in mano a gente così.
Regione per Regione per non dire del mibact dove è anche peggio

:-((((

Sabaudo ha detto...

In questi mesi diverse Regioni stanno "mettendo mano" (o i piedi?) alle varie leggi che presiedono alle strutture turistiche sul loro territorio. La Lombardia ha recentemente approvato la nuova legge, mentre il Piemonte ha già portato in consultazione nella relativa Commissione la legge che ridisegna (sic!) le suddette strutture. Vedremo cosa nascerà in aula, considerato che nella consultazione si sono levate diverse voci che suggeriscono diverse modifiche a tale DDL.
Considerato che ogni Regione si sbizzarrisce a inventare tali normative in modo (incomprensibilmente) difforme le une dalle altre, c'è da chiedersi a che punto sia la famosa revisione del titolo V° della carta costituzionale attraverso la quale si sarebbe dovuto creare un sistema di cooperazione tra Stato e Regioni sulla gestione di alcune materie (tra le quali appunto il turismo), affinché finisca questo andazzo che mortifica il cittadino e le Imprese italiani che debbono soggiacere a leggi diversificate (ingiustificatamente) sulla base di una casualità territoriale, alla faccia del principio che "la legge è uguale per tutti"...
Quanto poi ad alcune attività (si fa per dire) che vedono sfornate normative, Piani, Progetti strategici, e via dicendo, c'è da chiedersi se non siano alla fine mere consuetudini di routine, visto che ad ogni tornata amministrativa, i nuovi amministratori vi si dedicano alla faccia di quanto fatto nelle legislature precedenti: forse è abitudine aggiungere ai deboli curriculum dei vari Assessori e/o Presidenti le medaglie rappresentate da corposi tomi (a volte quasi dei copia-incolla...) che non si traducono mai in concrete azioni ma in compenso forniscono lavoro a "consulenti" più o meno tuttologi prolifici che pullulano nei dintorni dei Palazzi?