lunedì 20 giugno 2016

E mo vediamo chi ci mette la Ilaria Caprioglio al turismo nella città di Savona...

Ribaltando qualsiasi previsione alla vigilia del ballottaggio per l'elezione del nuovo sindaco di Savona, la Ilaria Caprioglio (CDX) ha battuto il rappresentante del CSX, Cristina Battaglia.


Non voglio assolutamente entrare nella questione politica se sia meglio il CDX, il CSX o chissà chi altro, tanto sono tutti uguali fino a prova contraria, e di prove contrarie fino ad adesso non è che se ne siano viste molte, anzi, manco una.

Una volta eletti, ecco che tutti partono con le “prebende” e con le posizioni di prestigio, anche quelle prettamente tecniche, omaggiate nei confronti degli “aficionados”, dei militanti etc. (ved. cosa hanno recentemente combinato quelli della Regione) e chissenefrega se poi le cose non vanno come promesso e come dovrebbero.
A loro bastano due dati inventati col segno più sulle presenze e tutto va bene.


Ma Savona, tra tutte le cittadine e città liguri, è quella dove è più difficile amministrare il turismo... e lo dico davvero.
In 4 o 5 legislature di CSX ho visto questo settore regredire sempre di più, sempre più in basso... nessuna idea innovativa degna di menzione se non per parlarne male, nessunissimo professionista del settore con due bocce così, niente di nulla e tira a campà.
Negozi chiusi a data da destinarsi e di turisti manco l'ombra... con delle percentuali sulle presenze da far paura... eppure da lì partono oltre un milione di passeggeri all'anno per merito della Costa Crociere, ma...


Beh, tra non molto dovrebbe essere nominata la nuova Giunta comunale e non appena si noterà il nominativo di chi dovrà occuparsi di turismo e di chi si circonderà per la difficilissima impresa di far ritornare in auge quella città, penso sia sufficiente un solo minuto per comprendere come l'andrà.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Uno o una di Fratelli d'Italia

:-DDD

Luciano Ardoino ha detto...

ha ha ha

:)

frap1964 ha detto...

Fossi in te non mi farei troppe illusioni.
L'attuale assessore allo sviluppo economico, commercio e turismo savonese (Paolo Apicella) vanta un diploma di liceo scientifico, due anni (dal 1991 al 1993) da impiegato ufficio contabilità in un'azienda edile e i 22 anni successivi come titolare di un esercizio commerciale nel settore alimentare.
Secondo un articolo del FQ del maggio 2016 le amministrazioni di csx hanno firmato sin dal 2004 contratti capestro per "derivati" con Deutsche Bank i cui effetti disastrosi sono pesati, tutt'ora pesano e peseranno in futuro come macigni sui savonesi.
Per non parlare della devastazione territoriale raccontata nel medesimo articolo...
Sperare che in un dicastero simile col cdx ci finisca un esperto di turismo è come credere che i bambini li porti la cicogna, oppure che crescano sotto i cavoli.

Luciano Ardoino ha detto...

Eh no, non ho nessunissima illusione con 'sta gente.

Diciamo che è una provocazione anche perché so bene chi "comanda" da quelle parti del CDX.
E se tanto mi da tanto... le speranze equivalgono allo zero assoluto, anzi, qualcosa di peggio.
Comunque scriveremo... scriveremo o scriveromolo

:)