martedì 7 giugno 2016

Piano Strategico del Turismo: trovata la capra che campa sotto la panca

«Entro fine luglio verrà approvato il Piano strategico del turismo, successivamente presentato al Consiglio dei Ministri. Riusciremo, finalmente, a dotare il Paese di uno strumento concreto per la promozione e lo sviluppo della nostra più importante risorsa strategica. È un piano partecipato e aperto al contributo di tutti».

È quanto annuncia Dorina Bianchi, sottosegretario al MiBACT con delega al Turismo, che oggi ha presieduto al ministero il Comitato permanente di promozione del turismo in Italia in forma ristretta.
«Oggi – aggiunge il sottosegretario – è stata una tappa importante perché è stato fatto il punto sullo stato di avanzamento della stesura del Piano e sui risultati degli Stati generali del turismo di Pietrarsa. Nelle prossime riunioni del comitato ristretto raccoglieremo le osservazioni degli stakeholder, valideremo il Piano fino all’approvazione finale in plenaria. È emersa da parte delle Regioni e di tutti i soggetti una reale collaborazione, la necessità di progetti fattibili e la consapevolezza che promuovere il prodotto Italia è la strategia vincente.

Beh, settimanalmente arrivano gli aggiornamenti dal sito e "pare" (errata corrige dopo gli interventi di Frap 1964... quindi non "pare" più!) confermino che il livello della discussione sia abbastanza banale (ridicolo?), come pure le domande, d'altra parte.
Il piano Gnudi aveva una sua coerenza ed una possibile reale attuazione, con obiettivi ben individuati, a breve, medio e lungo termine (ved. qui).
Mentre là, invece, al momento, pare si legga solo della gran aria fritta...

Provare per credere (ved. qui).

Ma ora dico, porca paletta, avevamo già un piano fattibile e ben arzigogolato della Boston Consulting Group (35 mila euro che praticamente è un regalo), che non sono certo gli ultimi arrivati al mondo (c'era eventualmente da cambiare qual cosetta ma di logica ce n'era abbastanza)... che picchio di bisogno c'era di andare a spendere 1,5 mln di euro quando... ma cosa lo ridico a fare... è già tutto qui.

6 commenti:

sergio cusumano ha detto...

Geniali?

1,5 milioni di euro per un nuovo piano strategico

ed esiste già un piano strategico migliore che è costato 35.000 euro

o ridicoli?

Francesco Pedroni ha detto...

I messaggi se li mandano col piccione viaggiatore?

C'è!!

frap1964 ha detto...

E' tutto funzionale a finanziare Invitalia per consentire e giustificare il pagamento degli stipendi degli ex Promuovitalia che si son messi sul groppone.
E' tutta una ridicola pantomima, basta leggere il tenore delle domande e delle discussioni sul sito: notare che non si discute un documento (il piano), ma si parla a vanvera su una serie di questioni generiche, senza un'apparente logica operativa complessiva.
Togli pure il "pare" dal post, vai tranquillo... ;-)
Avranno nel frattempo consegnato il documento di Gnudi a qualcuno, chiedendo di "revisionarlo", gratis o per un tozzo di pane, in modo da sembrare molto diverso dal precedente, almeno nella forma,
Che è poi l'unica cosa che interessa, in realtà, a Franceschi-ello & Renzie: TDLAB insegna.

frap1964 ha detto...

È emersa da parte delle Regioni e di tutti i soggetti una reale collaborazione, la necessità di progetti fattibili e la consapevolezza che promuovere il prodotto Italia è la strategia vincente.

Ma pensa te... e io che mi credevo invece che la strategia vincente fosse quella di puntare su progetti non fattibili e/o nel promuovere il prodotto altrui e/o di 20 enti diversi e separati...

Ma questa qui si rende conto delle cose che va dicendo, o no ?
E non è la prima uscita di questo tenore qui, eh...

frap1964 ha detto...

Statistiche di utilizzo del sito del PST
46 Idee Inviate (suddivise in 7 categorie, la 7a è 'Fuori Tema')
71 Commenti
290 Voti
420 Utenti

Mi pare che non servano altri commenti... ;-)

Luciano Ardoino ha detto...

@Frap

Bene, allora tolgo il "pare" e inserisco l'errata corrige

;)