domenica 20 maggio 2012

Turismo: Anche la Germania ci passa davanti, mentre l'Enit va nel "pallone"


Strano ma vero … comincia così il pezzo su “Il Turismo all’aria aperta”.
Mentre forse sarebbe più giusto dire: “Incredibile ma vero”.

E l’assurda notizia arriva con: “ … è la Germania a piazzarsi al secondo posto (1° Spagna ... 4° Italia) nella classifica europea degli arrivi turistici del 2011”.
E l’Enit dei vari Paolo Rubini (General Manager) nonché dei “professoroni” appartenenti al suo cda: Bernabò Bocca (presidente di Federalberghi-Confcommercio Bernabò Bocca in rappresentanza delle categorie economiche), Mauro Di Dalmazio (assessore al turismo della Regione Abruzzo e vice presidente dell’Enit), Maurizio Melucci (assessore al Turismo della Regione Emilia Romagna e rappresentante delle Regioni) e Flavia Coccia (dirigente dell’Isnart in rappresentanza del governo) ... beh, non dicono niente?

In verità qualcosa il Paolo Rubini la dice, e vale a dire che si è studiato ‘sta bella pubblicità che adesso vi dico, poi fate voi se non sia il caso di cambiare qualcosa in quell’ambaradan.
Poi pensando di fare un buon cambiamento e di darci il giusto progresso, alla presidenza c’hanno addirittura messo quel Pier Luigi Celli che dell’Italia scrisse peste e corna, e che di turismo non ne capisce un tubo.
Ma come si fa?

Come dicevo, Paolo Rubini ha presentato la nuova campagna dell’Enit-Agenzia che prenderà il via in occasione degli Europei di calcio 2012 in Polonia e Ucraina e intitolata “Italia turistica del goal: visita e scopri la regione del tuo campione”.
“Il progetto” ha spiegato Rubini “prevede la realizzazione di una cartina turistica dell’Italia con l’indicazione delle regioni di nascita di tutti i calciatori che giocheranno nella nazionale di calcio durante i prossimi Europei. Ogni giocatore diventerà così il testimonial del suo territorio”. La campagna internazionale sarà diffusa in tutto il mondo tramite gli strumenti tradizionali e, via web, con un link al portale Italia.it. 

Un piano di marketing che mi porta a dire: “ … ma se le studia da solo, lo consigliano nel cda o c’è qualcun’altro che gli prepara ‘ste strunz stranezze qua?”.

Comunque vadano le “pallonate sui calciatori” e nonostante l’Italia possa vantare il più cospicuo patrimonio culturale esistente al mondo, i tedeschi dimostrano con i fatti di avere una capacità di attrarre turismo superiore alla nostra.
Come a dire che con una Fiat cinquecento riescono ad andare più veloci di noi, che con il nostro patrimonio artistico/culturale c’abbiamo praticamente una bella Ferrari.
I numeri parlano chiaro: la Germania nel 2011 ha confermato i successi degli ultimi due anni e con 43 milioni di arrivi si è posizionata al secondo posto, dietro solo alla Spagna, nella classifica delle mete turistiche più richieste dagli europei.
Molto meglio dell’Italia, e addirittura meglio anche alla Francia.

E poi leggiamo che i "nostri" si dicono (forse da soli) bravi e pure efficienti ... mentre "i loro" dal mercato italiano, sebbene in leggera flessione, nel 2011 la Germania ha registrato circa due milioni di arrivi e quasi otto milioni di pernottamenti, pari a un -0,9%, più che accettabile vista la crisi.

La performance della Germania è stata sottolineata con soddisfazione da Petra Hedorfer, amministratore delegato del German National Tourism Board, nel corso della 38ª edizione del GTM-German Travel Market, in svolgimento a Lipsia.
«Un risultato molto incoraggiante – ha detto – in considerazione della crisi globale nei consumi turistici.
E anche il 2012, con un +7% nel primo bimestre, lascia ben sperare per un consuntivo di pieno consolidamento, con una crescita stimata intorno al 2% su base annuale».

Nel dettaglio, gli introiti turistici tedeschi del 2011 hanno toccato i 37 miliardi di euro, di cui 10,8 miliardi per i trasporti, circa 9 miliardi per gli alberghi e 5 miliardi per la ristorazione.
Ora è di moda addossare tutte le responsabilità degli insuccessi alla crisi.
Ma una volta tanto non sarà il caso di scomodare anche le nostre inefficienze e cominciare a parlare dell’enorme dispersione di risorse generata dall’eccessiva autonomia delegata alle regioni in materia di promozione turistica.
Una delle poche cose buone lasciate dal Governo Berlusconi è stato il tentativo di coordinamento dello sforzo promozionale attraverso la creazione di un Dipartimento del turismo (impropriamente chiamato ministero e impropriamente “addobbato” alla e dalla Brambilla) che avrebbe dovuto agire tramite la Conferenza Stato-Regioni.
Il risultato?

A parte la gestione “inadeguata” della MVB, l’attuale Governo Monti pensa addirittura di smantellare questa struttura, declassandola.
Nessuno pare si stia accorgendo che il turismo pesa(va) per oltre il 10% sul Pil nazionale e che è una fonte di lavoro certa per milioni di persone.
Infine, il turismo è una delle poche attività produttive non delocalizzabili.



14 commenti:

sergio cusumano ha detto...

@Luciano

Hai notizie sulle presenze dei votanti al ballottaggio della tua città?

Jennaro ha detto...

Eppure basterebbe pensare al fatto che con il turismo ci arriverebbero soldi "nuovi", come fosse una "trasfusione"... e sarebbe proprio una mano santa con tutti 'sti prelievi a cui siamo stati sottoposti...

:-)

Luciano Ardoino ha detto...

Null'altro che niente

Luciano Ardoino ha detto...

@Jennaro


... e una mano al sociale che male non fa mai.
Barcellona docet!

:)

Zena ha detto...

@Luciano

Per te Barcellona è il miglior esempio da copiare?

;-)

frap1964 ha detto...

Questa cosa dell'"Italia turistica del goal: visita e scopri la regione del tuo campione" mi pare davvero una bella genialata.
Io non seguo il calcio, non mi interessa, ma una domanda mi è sorta subito spontanea:
ma siam proprio sicuri sicuri che i 22-23 (?) selezionati e convocati copriranno tutte le Regioni d'Italia?

Così sono andato alla ricerca dei nomi.
Attualmente i convocati son 32, ma entro le ore 12.00 del 29 maggio saranno ufficializzati i 23 selezionati effettivi che prenderanno parte ai prossimi Europei in Polonia ed Ucraina (come da regolamento Uefa).
Con l'aiuto di Wikipedia ho fatto una verifichina facile e veloce sulle Regioni di nascita e il risultato è questo qui:

Portieri:
-----------
Buffon (Juventus), Carrara, Toscana
De Sanctis (Napoli), Guardiagrele, Abruzzo
Sirigu (Paris St. Germain), Nuoro, Sardegna
Viviano (Palermo),Fiesole, Toscana

Difensori:
------------
Abate (Milan), Sant'Agata de' Goti, Campania
Astori (Cagliari), San Giovanni Bianco, Lombardia
Balzaretti (Palermo), Torino, Piemonte
Barzagli (Juventus), Fiesole, Toscana
Bocchetti (Rubin Kazan), Napoli, Campania
Bonucci (Juventus), Viterbo, Lazio
Chiellini (Juventus), Pisa, Toscana
Criscito (Zenit San Pietroburgo), Cercola, Campania
Maggio (Napoli), Montecchio Maggiore, Veneto
Ogbonna (Torino), Cassino, Lazio
Ranocchia (Inter), Assisi, Umbria

Centrocampisti:
------------------
Cigarini (Atalanta), Montecchio Emilia, Emilia Romagna
De Rossi (Roma), Roma, Lazio
Diamanti (Bologna), Prato, Toscana
Giaccherini (Juventus), Talla, Toscana
Marchisio (Juventus), Torino, Piemonte
Montolivo (Fiorentina), Caravaggio, Lombardia
Thiago Motta (Paris St. Germain), São Bernardo do Campo (è cittadino italiano per discendenza - Veneto)
Nocerino (Milan), Napoli, Campania
Pirlo (Juventus), Brescia, Lombardia
Schelotto (Atalanta), Buenos Aires (è cittadino italiano per discendenza - Liguria)
Verratti (Pescara), Pescara, Abruzzo

Attaccanti:
-------------
Balotelli (Manchester City), Palermo, Sicilia
Borini (Roma), Bentivoglio, Emilia Romagna
Cassano (Milan), Bari, Puglia
Destro (Siena), Ascoli Piceno - Marche
Di Natale (Udinese), Napoli, Campania
Giovinco (Parma), Torino, Piemonte

Regioni rappresentate:
-------------------------
Toscana - 6
Campania - 5
Lombardia - 3
Piemonte - 3
Lazio - 3
Veneto - 2
Emilia Romagna - 2
Abruzzo - 2
Liguria - 1
Marche - 1
Umbria - 1
Puglia - 1
Sicilia - 1
Sardegna - 1

Regioni sicuramente escluse:
-------------------------------
Valle d'Aosta - 0
Trentino Alto-Adige - 0
Friuli - 0
Molise - 0
Basilicata - 0
Calabria - 0

Quindi 6 regioni su 20 sono già escluse dalla promozione, ma questo numero potrebbe salire ancora, secondo le scelte del CT Prandelli; anche tenendo conto che altre 6 Regioni sono rappresentate da 1 solo giocatore ed altre 3 da 2 soli giocatori. Ulteriori nove giocatori saranno esclusi dagli Europei entro fine mese.

Sì, sì, davvero una bellissima idea. Scopri chi può averla avuta in ENIT. :-D

Luciano Ardoino ha detto...

@frap

Non ci posso credere!

Stavo facendo la stessa cosa e sono arrivato al centrocampo (Marchisio per la precisione).

Cavolo, tutta fatica in meno perché mi stavo già "rompendo".

Domani lo butto e naturalmente ti linko.

;-)

Luciano Ardoino ha detto...

@frap

Per quanto riguarda l'idea credo che venga dal cda.

Tu cosa dici, hai qualche pezza d'appoggio?

frap1964 ha detto...

Mi raccomando i link alla pagina Wikipedia di ogni giocatore.
Per la precisione, eh... :-D

Luciano Ardoino ha detto...

Cavolacci miei ... ma mi vuoi morto?

;-)

Luciano Ardoino ha detto...

E vabbè!

;-)

vinc ha detto...

Ha ha ha!

Come le pensate?


:-D

Luciano Ardoino ha detto...

E' che con Paolo Rubini e la Brambilla & co., era impossibile non pensarle.

;-)

Luciano Ardoino ha detto...

‎0544 39164 Hotel Diana a Ravenna offre gratuitamente disponibilità a chi ne ha bisogno!
Il proprietario Filippo chiede di far girare... 3000 persone stanotte non dormiranno nel loro letto...