domenica 13 gennaio 2013

Cavalier Bernabò Bocca la sfido a duello ... sul turismo, neh!


Una botta così potrebbe uccidere anche un toro e ne prendo atto con rassegnazione (per modo di dire e manco a pensarlo), nonché un fitto dolore al ventre, che al di là delle mie richieste sul fatto che gradirei vedere su quegli scranni delle Camere qualcuno che di turismo se ne capisce davvero, invero con questo nominativo sarebbe anche in piccola parte esaudito, ma questo no, per carità … e vi prego tanto, neh!

Il PDL vuole candidare Bernabò Bocca al Parlamento!
Ma per piacere!
Che ne sappia è indubbio, come potrebbe essere diversamente, ma che sappia produrre al meglio con tutti i suoi incarichi in questo settore, beh ... può anche essere che non gli danno retta ... ma allora che ci sta a fare?
Mah!

Poi ho sempre diffidato di chi in giovanissima età ha avuto degli incarichi prestigiosi e senza farsi tutta la gavetta … poi negli anni l’esperienza m’ha sempre più insegnato che pensarla così non era affatto sbagliato.
Ma questa è solo una mia opinione che probabilmente non conta niente.

Comunque sia, il giovin Bernabò, già a vent’anni, diventa di botto assistente alla presidenza della catena alberghiera di suo papà, la Sina Hotels, e sette anni dopo riesce a raggiungere la posizione più ambita, la presidenza.

Poi ha avuto tanti di quegli incarichi e premi a gogò, che se incomincio a fare l'elenco non la finisco più e facciamo notte.
Inutile quindi tentare un paragone con me che ho iniziato da lavapiatti e ancora adesso son nessuno, quindi non lo faccio (son mica scemo … spero e credo).

Però lo sfido, sissignori, lo sfido e chiedo un confronto (tête-à-tête) su chi questo settore lo conosce meglio e chi dei due, nel proprio cammino lavorativo, ha realizzato e innovato di più.

Il guanto è gettato (da mo) e ora aspetto … invano?

 

Venite pure avanti, o voi col passo storto,
signori imbellettati, io più non vi sopporto!
Infilerò ragioni ben dentro al vostro orgoglio
perché con questa penna vi uccido quando voglio.
Venite pure avanti campioni sgangherati,
inutili cantanti di giorni sciagurati,
buffoni che campate di versi senza forza
avrete soldi e gloria ma non avete scorza;
godetevi il successo, godete finché dura
ché il popolo è ammansito e non vi fa paura
e andate chissà dove per vendere le tasse
col ghigno e l’ignoranza dei primi della classe.
Son solo un povero cadetto ligure del ponente
però non la sopporto la gente prepotente.
Gli orpelli? L’arrivismo? All’amo non abbocco
e al fin della licenza io non perdono e tocco.
Facciamola finita, venite tutti avanti
giovin docenti e vecchi, politici rampanti;
venite portaborse, ruffiani e mezze calze,
feroci conduttori di trasmissioni false
che avete spesso fatto del qualunquismo l’arte;
coraggio statalisti, buttate giù le carte
tanto ci sarà sempre chi pagherà le spese
in questa benedetto ma assurdo bel paese.
Non me ne frega niente se anch’io sono sbagliato,
spiacere è il mio piacere, io amo essere odiato;
coi furbi e i prepotenti da sempre mi balocco
e al fin della licenza io non perdono e tocco.
Venite gente vuota, facciamola finita:
profeti squilibrati che date un’altra vita;
se come giusto c’è, un Dio nell’infinito
guardatevi nel cuore, l’avete già tradito
e voi materialisti, col vostro chiodo fisso
di far cader l’uomo in fondo a questo abisso,
le verità cercate per terra, da maiali,
tenetevi le ghiande, lasciatemi le ali;
tornate a casa nani, levatevi davanti,
per la mia rabbia enorme mi servono giganti.
Ai dogmi e ai pregiudizi da sempre non abbocco
e al fin della licenza io non perdono e tocco.
Io tocco i miei nemici col senno e l’esperienza
ma in questa vita oggi non trovo più pazienza,
non voglio rassegnarmi ad essere cattivo
qualcuno può salvarmi, e quest’io lo scrivo;
dev’esserci, lo sento, in terra in cielo o un posto
dove non si soffre e tutto sarà più giusto.
Profeti del turismo, colpevoli veggenti
venite pure in molti, venite tutti quanti
Coi bulli e gli spacconi da sempre mi balocco
e al fin della licenza io non perdono e tocco.

 

 

 




7 commenti:

Alfredo da Palinuro ha detto...

mizzica....
preparo i pop corn per gustarmi lo spettacolo...
Sarà solo in 3D???

Luciano Ardoino ha detto...

@Alfredo


4D ... 5D ... 6D finchè non cede le armi!
Intendo il turismo, neh!

;)

sergio cusumano ha detto...

@Luciano

Certo che se dovesse capitare davvero mi prendo ferie quel giorno.
E anche il giorno dopo per smaltire le risate che mi farò.

:-DDDDDD

Jennaro ha detto...

@Luciano,

Già pregusto la scena della disfida, appuntamento sul treno, in wagonlit... Ma mi faccia il piacere!! (Onorevole Trombetta in Bocca)


Mi prenoto!! :-)

Luciano Ardoino ha detto...

@Jennaro

mamma mia cosa mi hai ricordato ...


:)

Francesco Pedroni ha detto...

BB dovrebbe essere un pazzo per accettare la tua sfida.


:-)

BRANCA DORIA ha detto...

non la facevo anche poeta!
BRAVO!
mi terrò informato.GFC