giovedì 13 novembre 2014

Turismo: ecco come la tassa di soggiorno fa nascere le trombe d'aria

Beh, non ci vorrà di certo una zingara per capire che i nuovi tagli alle Regioni e ai Comuni proposti dal Governo non produrranno che un nuovo innalzamento della tassa di soggiorno (tra le ovvie altre), e questo nella malaugurata ipotesi di recuperare qualche moneta per soddisfare e suffragare l'incompetenza di quella pletora di sindaci che come rimedio hanno solo quello di aggiungere dei nuovi balzelli.

A fare così siamo buoni tutti!! … sai che fatica.

Infatti dopo Roma, che come al solito dà inizio alle danze quando si tratta di 'ste cose, arriva Viareggio che adesso diventerà più cara, nello specifico, della stessa Firenze … ed ecco che a ruota faranno capolino tutte le altre … o quasi.
Dipenderà dal saperci fare dei vari sindaci e ovviamente dall'Anci.
Allora stiamo freschi!!

Eppure il turismo è un settore che dà benessere (almeno lo faceva tempo fa … adesso … ) e non una mucca da mungere a tutto andare. Ma non esistono le quote latte anche per i turisti?

Poi apri il giornale, qualsiasi, ma anche sui giornalini del tipo Tex Willer, Topolino e Bleck Macigno, e ti trovi davanti di queste cose: “Dare l’esempio. Magari poteva servire, pensava il commissario alla spending review Carlo Cottarelli. Alle prese con la grana delle società partecipate dal pubblico, ne aveva scoperte 2.671 con più consiglieri che personale” ... 
... e qual'è stato il risultato della scoperta?
Naturalmente il buon Carlo Cottarelli l'hanno mandato via e quelle 2.671 resteranno lì all'infinito!!

E allora ti accorgi che le tue balle si mettono a girare così tanto velocemente che in attimo riesci a capire il motivo per cui da un po di tempo a questa parte, in Italia, nascano di botto delle trombe d'aria.

Incapaci e pure presuntuosi!!




6 commenti:

vinc ha detto...

Sei stato troppo fin troppo cortese nel definirli incapaci e presuntosi

CptC ha detto...

Delirano con le tasse di soggiorno

Adesso che hai finito qui quando ci rivedremo?

Non dovresti ritornare a gennaio?

sergio cusumano ha detto...

Di nuovo ?

frap1964 ha detto...

Leggo qui, che
- per un cinque stelle si pagavano 4 euro a persona/notte in alta stagione, 2,50 nella media stagione, 80 centesimi nella bassa;
- per un quattro stelle, 3 euro, 1,80 e 0,60;
- per tre stelle 1,50, 0,90 e 0,30;
- per gli esercizi a una o due stelle 1 euro, 0,60 e 0,20.

Adesso non si faranno più distinzioni tra un mese e l’altro e si chiederanno:
- 5 euro per un cinque stelle,
- 4,50 per quattro e tre,
- 3 per gli alberghi a due,
- 2 per gli hotel con una solo stella.

Praticamente per gli alberghi 3,2,1 stella la tassa di soggiorno è triplicata in alta stagione, quintuplicata in media stagione, 15 volte tanto in bassa stagione.

«Tutto questo ... avrà effetti importanti perché il prezzo di una camera che vendiamo adesso magari a 50 euro salirà a 58, un aumento intollerabile».

Il motivo dell'aumento c'è, ovviamente.
Il comune ha debiti per circa 120 milioni di euro.

Ma così possono pure dire addio ai turisti, in tutte le stagioni, imho.
Anche se sul sito del comune evitano di pubblicare chiaramente le tariffe attuali: peggio che mai, faranno incazzare la gente ignara che se ne andrà via prima e non tornerà più, massacrando gli alberghi sulle recensioni, probabilmente, se le tariffe non saranno già inclusive della tassa.

Salicchiella Vesuviano ha detto...

@Luciano

Se i politici vedono il Turismo come una mucca, i turisti potrebbero essere visti come pecore ... solo che (come disse anche Jennaro) 'o piecuro s' adda carusà ma nun s' adda scurtecà... Va a finire che questi li scuoieranno vivi...

^_^

Anonimo ha detto...

Salichiella

lo volesse iddio