sabato 11 giugno 2016

Aria fritta

e quasi un anno per fare 'sta cosa di #initalia365 (percependo nel frattempo dei lauti stipendi!).
In poche parole continuano a pensare all'etichetta ma non al contenuto della scatola di pelati che si vuole vendere.

E fateci caso... da quando l'Enit è praticamente ferma, beh; i turisti stranieri aumentano!... e meno male che l'Italia è davvero la più bella, altrimenti...

giornata di incontro e di accordi per Enit, che ha messo in campo una serie di azioni con la Regione Lombardia.

L’incontro fra l’assessore Mauro Parolini con Evelina Christillin e Fabio Lazzerini ha portato fin da subito alla nascita del progetto #inItalia365, l’estensione sul territorio italiano di #inLombardia365. 
Si tratta di un progetto di engagement 2.0 dedicato a blogger e instagramer organizzato da Explora, che ha coinvolto alcuni tra i massimi influencer internazionali della rete in un programma di incursioni nelle nostre aree turistiche – ha detto Parolini - e che ha permesso al nostro nuovo brand inLombardia di essere tra i più visibili sui social e di scalare le classifiche delle campagne hashtag su Twitter”. 
Inoltre, sul tavolo la collaborazione in chiave sussidiaria tra Explora, la nuova Destination management organization di Regione Lombardia ed Enit nonché la decisione “alla luce di questo rapporto con Enit di sviluppare nuove sinergie non solo per la promozione della Lombardia, ma – aggiunge l’assessore - anche per intensificare la collaborazione tra più Regioni per la creazione di aggregazioni interregionali su specifiche tematiche ed ambiti esperienziali, in modo da aumentare il peso specifico della nostra offerta ed essere più attraenti e competitivi nella vastità del mercato internazionale”. 
"Siamo felici del rapporto di collaborazione con l'assessore Parolini e della fiducia della Regione Lombardia nei confronti del nuovo corso di Enit - è il commento della presidente Evelina Christillin e del consigliere delegato Fabio Maria Lazzerini - .Ulteriore dimostrazione del rinnovato rapporto con le Regioni, partner strategico fondamentale per il rilancio che stiamo realizzando in Enit”. … (Fonte TTG Italia)...

2 commenti:

frap1964 ha detto...

Semplici operazioni di facciata per coprire il nulla che vanno facendo da 12 mesi; incontri di relazione da "volemose bene", tanto per giustificare in qualche modo il pagamento dei compensi.
Lazzerini e Preiti sono "scomparsi", anche dal web, ma tra 20gg sarà passato un anno esatto dalla loro prima designazione nel nuovo CdA di ENIT.
Hanno dormito in piedi sin dal primo insediamento effettivo nell'ottobre 2015 e continuano su questa linea limitandosi, per il momento, a far firmare alla Presidente delibere burocratiche interne all'Ente, una volta ogni due settimane circa.
Sostengono di aver presentato il piano di rilancio e la convenzione triennale con il MIBACT prevista dal nuovo statuto, ma non c'è traccia di nulla del genere sul sito istituzionale, ormai abbandonato a sè stesso, come tutto il resto.
Poi ogni tanto rilasciano qualche intervista concordata per dire che stanno alacremente lavorando, che la burocrazia però, che bisogna fare un discorso di sistema, che le sinergie con le Regioni, che i social, la digitalizzazione, i big data... e tutto il resto del catalogo del solito bla-bla-bla inconcludente e degli slogan triti e ritriti dietro cui c'è un unica cosa che si vede e che spicca come il sole d'agosto: l'assoluta assenza di idee sul da farsi ed il tira a campa' quotidiano.
Tipico di quelli che non hanno nulla da dire.

Luciano Ardoino ha detto...

... replico...
;)