lunedì 14 febbraio 2011

E' fatta: Costa Crociere rileva il 50% di Welcome da Alpitour

Da tempo era nell’aria e il motivo per cui non ne avevo mai scritto è dovuto principalmente al fatto che ci speravo e l'augurio era che la questione andasse in "porto".
Diciamo una specie di cabala.
Ma come spesso accade in queste cose (in Italia) che sembrano sempre li li per accadere, mentre al final del "tenzone" non se ne fa più niente e ci si resta anche male, questa volta ho preferito evitare di farmi inutili illusioni e aspettare per vedere se alla fin fine si potesse realizzare.
Comunque ‘sta volta è andata arcibene e due “colossi” (italiani) del turismo si sono messi in società; Costa Crociere ha rilevato il 50% di Welcome da Alpitour.
Un abile mossa che risulterà molto utile per entrambe le società, ma non solo.
Il tutto è avvenuto al Lingotto per sancire, come detto, una partnership attesa da tempo.
Alpitour e Costa Crociere hanno siglato a Torino un accordo per l'ingresso della società crocieristica nel capitale di Welcome Travel Group.
L'azienda guidata da Pier Luigi Foschi entra così al 50% nel capitale del network che controlla 1.000 agenzie di viaggi.
Sono stati necessari mesi di trattative per raggiungere un'intesa che i soliti bene informati davano già per chiusa nell'autunno scorso.
"Investiamo ancora nella distribuzione"
"Si tratta di una partnership tra due aziende di qualità - spiega il presidente di Alpitour Daniel John Winteler.
Abbiamo ceduto il 50 per cento delle quote a Costa, ma riconfermiamo la nostra volontà di investire ancora nella distribuzione". Lavoro che viene evidenziato anche dalla prima dichiarazione ufficiale di Foschi: "È un'intesa importante, che determina l'ingresso di Costa nella distribuzione in Italia". Ora sarà interessante vedere le reazioni del mercato, che da tempo parlava di questo accordo. Winteler vuole rimarcare che, "si tratta di un punto di partenza perché Alpitour sta lavorando ad altre partnership di rilievo".

Partiamo dall'accordo con Costa. Presidente, la cessione di una quota così importante è stata sofferta?
Abbiamo ceduto il 50 per cento del gruppo distributivo perché vogliamo fare tanta strada insieme. Ci sembra che con una partecipazione di questo tipo sia possibile gestire uno sviluppo importante.

L'intesa potrebbe riguardare in futuro anche Alpitour con un'apertura sul capitale?

Al momento siamo concentrati sulla distribuzione, in futuro vedremo. Lavoreremo con Costa Crociere per allargare il campo di attività nel mondo agenziale.

L'INTERVISTA INTEGRALE A DANIEL JOHN WINTELER SU TTG ITALIA NUMERO 14 DEL 17 FEBBRAIO

Nessun commento: