domenica 6 marzo 2011

Oggi parlo solo di turismo ... o no?

Ho sempre cercato di tralasciare la politica da questo blog, ma credetemi, è difficile farcela.
E’ veramente sempre più tosto mantenere la parola data.
Ogni mattina apro i giornali, indistintamente di tutte le razze e colori per non farmi condizionare da una parte sola.
Un po’ con l’aiuto del web per fluire in quelli stranieri, poi con la notevole scorta fatta dal giornalaio, che quando ci vado (5:45) sono ancora legati col filo di nailon, scorro le “pie” pagine fino al consueto inca**amento quotidiano.
Un’ora, un’oretta e mezzo e poi passo al lavoro che c’ho da fare e di cui sono perennemente in ritardo.
Mentre di materiale “scabroso” sul turismo per il blog, a cui dedico circa tre quarti d’ora, ce n’è a carrettate.
Magari per un giorno o due la Brambilla non fiata, che poi in fondo sarebbe anche meglio, ma state pure certi che i sostituti che si alternano a “sparare aria” in questo settore, non sono di fatto da meno.
Oggi sono veramente tentato di deviare sulla politica, ma tengo duro.
E leggo.
Pio Albergo Trivulzio dove c’è un PM che indaga, mentre la procura di Roma con in più Claudio De Rose, ex procuratore generale della CdC, per via di un’inchiesta ordinata dal Campidoglio, s’informerà su altre “cosette” di quei luoghi là nella capitale.
E chissà se tra un po’ ne vedremo delle belle in qualche altra città del BelPaese.
Io credo di si.
Appartamenti venduti o affittati per poche lirette o eurini a qualche … vabbeh, avete capito.
E tutto è in regola (dicono), per carità; ci mancherebbe anche d’altro e “come si permette marrano”, si sente di rimando l’incauto e curioso giornalista dal “presunto reo” non confesso, naturalmente .
Ma non si capisce il perché capiti sempre a “loro” questa “botta di *ulo”, mentre a me/noi nulla, mai niente di simile e neanche di quasi.
Ma anche oggi sarò determinato, parlerò di solo turismo e niente di più.
Mai che si veda il nome d'uno sconosciuto nella targhetta dei citofoni di quei portoni, mai un Mario Rossi qualunque (impiegato statale o chessò, un fruttivendolo?) che per due palanche o poco più, ha acquistato o affittato un appartamento con vista S. Pietro, Colosseo, Duomo di Milano o Via Vattelapesca, nei posti più belli ed esclusivi del comprensorio.
In quei luoghi dove le dimensioni dei “loculi” (dicono loro) sono da 180 metri quadrati, e sono calcolati al prezzo che parte dai quattro zero in su.
A metro naturalmente.
No, per oggi non cedo, e non parlerò di quei politici di entrambe le fazioni, parenti o amici dei quali, che si sono accaparrati delle dimore “fatiscenti” (dicono loro), che quasi quasi adesso pensano d’averci anche rimesso.
Nessun nome, per carità, anche perché qualcuno, che "giustamente" (dicono loro) ritenendosi offeso, può sempre sguainare un pool di avvocati (naturalmente i principi, principesse, re o regine del foro; quelli che poi non costano tanto) e poi fartela anche pagare la tua arroganza d'aver dubitato.
Va a finire che poi l’appartamento lo paghi tu, e loro in quelle catapecchie (dicono loro) continuano a viverci.
Che siano stati “agevolati” o “preferiti” perché non avevano a sufficienza dei soldi?
E allora quando vi sveglierete (?), cari italiani, e penserete a questa povera gente, dove il più “barbone” guadagna qualcosa come 20.000 eurini al mese.
E voi?
Ma soprattutto, quando vi ridesterete (?) o riaccenderete il cervello (se mai l'è stato) per provare a cominciare a capire che lì son tutti uguali (dx, centro e sx) ... e finirla di scendere in piazza per delle immense ca**ate, come pecore che seguono il caprone di turno, che guarda caso, magari abita proprio lì o là.
O se non lui, qualcuno dei suoi.
Perché se uno c’ha il bunga bunga, statene certi che molti altri hanno il tenga tenga.
Si, il tenga quel bel appartamento (e non solo) per pochi soldi, che tanto gli scemi mica s’accorgono.
E se per caso qualcuno lo nota, poi va sempre a finire in un non nulla di fatto.
E’ stata dura ma anche ‘sta volta al fin ce l’ho fatta a non parlare di politica ma di turismo solo.
O forse no?

3 commenti:

frap1964 ha detto...

Bunga.bunga
Tenga.tenga
Prenda.prenda

Sono i famosi BTP
(Bravi Trafficoni Politici). ;-)

Anonimo ha detto...

So true

Renata

vinc ha detto...

E meno male che non volevi parlare di politica!!!
;-)