lunedì 23 aprile 2012

Non c'è più religione ?

Durante la ricorrenza funebre (terzo anniversario) di una bimba prematuramente defunta all'età di nove mesi e mezzo, il "prete" scambia la Chiesa per una convention politica e incita i fedeli a votare il suo preferito come candidato Sindaco di Genova.

Mentre nell'occasione il padre di quella bimba non trova null'altro di meglio da fare che salire sull'altare e si fa presentare ai fedeli per invogliarli a votarlo come candidato consigliere comunale di Genova.
Mah!

Le vocazioni (sacerdoti cattolici) sono in forte calo e così pure le offerte che i cristiani effettuano durante le funzioni religiose.
Per non parlare poi dell’8 per mille che gli italiani assegnano alla chiesa cattolica attraverso la firma sul 730 o sull’Unico o sul Cud, che a quanto sembra si stanno restringendo a più non posso.
Quindi pochi preti, poca gente e poche palanche.

E il motivo?

Beh, di sicuro ce ne saranno molti altri, anche perché non si spiegherebbe una debacle di questa consistenza, ma quello per cui personalmente non mi porterà mai più a porre la mia modesta firma o a fare delle altre offerte al clero è questa qua.

Infatti oggi m’è stata recapitata ‘sta cosa che m’ha lasciato di stucco e che vi voglio raccontare proprio così come l’è andata.

All’ingresso (ma dentro e probabilmente al posto dei libretti di preghiera) della Parrocchia di S. M. Immacolata e S. Torpete in Genova, gestita dal prete Paolo Farinella, c’era depositato un foglio A4 che riportava in molteplici copie la dicitura

ELEZIONI AMMINISTRATIVE A GENOVA: MARCO DORIA SINDACO

Seguivano poi delle esecranti didascalie che non sto qui a dire perché mi fanno ribrezzo per inconsistenza e falsità nei confronti di Enrico Musso, il quale a quanto si dice sta facendo “ballare” i polsi a molte persone poiché è dato per certo come il contendente maggiore al Marco Doria per l’elezione al prossimo Sindaco della città. Marco Doria che è spinto politicamente dal SEL, PD, Italia dei Valori e via cantando.
Nello stesso foglio c’era poi una lista dei candidati da votare, e leggendo quell’A4 il "prete" Paolo scrive così …

Ecco di seguito alcuni nomi sicuri, sui quali impegno la mia credibilità e la mia faccia. Indico i nomi di liste diverse per dare a ciascuno la possibilità di votare anche in base alla propria visione di vita e di impegno civile. Il voto deve essere libero, consapevole e quindi di scelta.

1.                  MARCO DORIA, SINDACO della Lista Civica marco Doria.
2.                  NICOLO’ FUCCARO, CONSIGLIERE Lista Civica Marco Doria.
3.                  EMILIO ROBOTTI, CONSIGLIERE Lista SEL (Sinistra e Libertà di Vendola).
4.                  PAOLO CORTESI, CONSIGLIERE, Lista PD (non lo conosco, ma mi fido ciecamente dell’amico Michele Ferraris che lo sponsorizza, della cui moralità sono assolutamente certo).
5.                  PINO PARISI, CONSIGLIERE, Lista IDV (Italia dei Valori), amico e compagno di strada nell’Equipe Notre Dame.

Per il MUNICIPIO GENOVA CENTRO EST mi sento di appoggiare due CANDIDATE DONNE che vivono in Centro Storico, ne conoscono le problematiche e amano la città e sono impegnate personalmente per rendere il centro Storico vitale e vivente.
1.                  MARIA CARLA ITALIA, Lista PD che appoggia Marco Doria.
2.                  ANGELO BOLDINI, Lista IDV (Italia dei Valori) che appoggia Marco Doria.

Seguivano poi gli “auspici e pronostici” del prete Paolo Farinella, nel qual caso il Marco Doria potesse vincere al primo turno, con le consuete sue elucubrazioni non certo gentili nei confronti degli altri candidati a Sindaco della città di Genova.
Poi, circa alla fine della funzione il “prete” chiamava a raccolta quei 7 (sette) personaggi nei pressi dell’altare e li presentava visivamente ai propri fedeli.
Assurdo (!), ma questo non è niente.

Si, proprio la figlia di quel Emilio Robotti, candidato consigliere della Lista SEL (Sinistra e Libertà di Vendola) che appoggia Marco Doria, e che era salito sull’altare per farsi “visionare” dai “fedeli” cattolici di Paolo Farinella.

… e questa sarebbe la gente che dovrebbe governare Genova?
 
P.S.: Paolo Farinella, il prete, dice poi d’aver ricevuto l’informativa da Marco Doria che avrebbe voluto essere presente la prossima domenica, probabilmente per fare anche lui il suo bel “sermone” dal pulpito o dall’altare.
Ma non si può poiché domenica prossima sarà la festa patronale della parrocchia, e quindi il tutto è rimandato alla festività della settimana seguente … cosa di cui non mancherò d’informarvi ... sempre che ci sia e che la Curia non intervenga a fermare questo scempio della religione, non appena ne verrà a conoscenza chi di dovere.

P.P.S.: Ma quell'Emilio Robotti, mi si perdoni l'ardire, non poteva fare in modo di presentarsi il giorno prima o quello dopo?
Doveva farlo "per forza" nella ricorrenza di ... ma che diamine è?







20 commenti:

Mariano Simoncelli ha detto...

Non c'è più religione, una volta i preti pensavano alla parrocchia ora pensano al potere, ricordo anche che i comunisti durante le celebrazioni non entravano neanche in chiesa, confusione di idee e di ideali.

Jennaro ha detto...

Chi muore giace e chi campa si da pace... Dicette accussì 'a vecchia: aggio campato nuvantanove anni, e ne vulesse campà n'ato pe' me 'mparà ancora...

:-(

Luciano Ardoino ha detto...

@Mariano

Mah, ci sta tutto per carità, ma quel fatto della piccina e del padre m'ha lasciato preoccupato.

:(

Non era certo quello il momento!

Luciano Ardoino ha detto...

@Jennaro

Grandissima saggezza napoletana.
E chi vi batte con i detti, le canzoni e eccetera eccetera...

;-)

frap1964 ha detto...

Tutto molto molto (ma molto) triste.

sergio cusumano ha detto...

Sono completamente senza parole.

Ca22o, ma come si fa in una occasione così ????????

Luciano Ardoino ha detto...

Ieri sera abbiamo informato il Secolo XIX dell'accaduto e così hanno riportato.

http://www.nuovaresistenza.org/2012/04/23/don-farinella-la-messa-e-finita-andate-e-votate-doria-liguria-genova-il-secoloxix/

vinc ha detto...

Scandaloso e poi si chiedono il perchè la gente non va più in chiesa?

E quel padre?

Ma la madre era presente?

Anonimo ha detto...

Ho un grande disgusto!

Arianna beb ha detto...

Disgustoso, senza parole

Zena ha detto...

Infinitamente orrendo

gianni ha detto...

L’uomo propone e Dio dispone, e non credo che a Dio faccia tanto piacere vedere queste cose nella sua casa.

Anonimo ha detto...

Chi nunn è m buon frète nunn è manco m buon prete.

Votavo Doria ma dopo questa non ci penso nemmeno ha detto...

Dal web è uscita questo

http://temi.repubblica.it/micromega-online/genova-con-doria-la-svolta-e-possibile/?printpage=undefined

-Nella lista di SEL si presenta come candidato consigliere Emilio Robotti, avvocato, il papà di Ludovica Robotti e cofondatore dell’Associazione. La sua storia da sola indica lo spessore del suo impegno sociale e della sua dirittura morale sulla quale metto le mani sul fuoco. Siamo orgogliosi che dalla nostra comunità escano persone valide e libere, pulite e decise a mettersi al servizio della città senza nulla chiedere per sé se non il privilegio di essere degni figli di una comunità civile che li contiene e li ama.-

E rimango senza parole sul fatto dello SPESSORE, come riportato nell'articolo, di una persona così.

Francesco Pedroni ha detto...

INCONCEPIBILE!!!

Emilio Robotti ha detto...

Mi spiace, Sig. Ardoino, leggere solo per caso ora, ad oltre un anno e mezzo, questo suo blog, e quello dei suoi pochi commentatori. Io non credo proprio di dovermi giustificare di qualcosa rispetto a quanto ha scritto e nemmeno lo faccio, tantomeno devo giustificare in qualche modo Paolo Farinella che sa difendersi da solo e al quale segnalerò lo scritto, poiché credo gli sia sfuggito come a me e molt* altr* Rispondo però alla curiosità di uno dei commentatori: la madre di nostra figlia Ludovica era presente ovviamente anche lei alla messa. Quanto al mio spessore, credo non contino le sventure familiari, come quella che ha colpito nostra figlia, e nemmeno come le si affrontano, anche se credo, per nostra figlia, abbiamo fatto il meglio che potevamo e comunque quanto era umanamente possibile; credo conti invece quello che si è fatto, si fa e si farà nel mondo, in famiglia, con gli amici, nel proprio lavoro. Per quanto mi riguarda, anche chi non mi conosce personalmente come Lei basta cerchi su Google il mio nome e si farà un'idea sicuramente più precisa del mio spessore rispetto a quella che si può fare di lei: ho fatto la ricerca con il suo nome su Google, e non ho trovato niente di significativo, nemmeno so ora cosa fa di lavoro (nel turismo, forse?), solo che, come ha scritto nel 2010 (http://www.ilgiornale.it/news/sono-andato-40-anni-torno-e-trovo-che-non-cambiato-niente.html) sul giornale di Renato "Fonte Betulla" Farina e Alessandro Salusti, 40 anni fa se ne è andato da Genova (per dove e a far cosa? non mi risponda, non mi interessa, magari ai suoi lettori però sì) per poi tornare e tra l'altro candidarsi alle comunali, usando lo stesso articolo come presentazione (http://www.comunaligenova2012.it/users/viewprofile/70).
Per i suoi elettori non ha fatto nemmeno lo sforzo di scrivere qualcosa di diverso, ha riproposto lo stesso pezzo. Non so quindi cosa Lei faccia o abbia fatto, forse il suo mestiere è quello di giornalista o pubblicista, dato che scrive sulla stessa testata di "Fonte Betulla" e di Sallusti? In tal caso complimenti, in questo blog, criticando me come avversario politico ed utilizzando argomenti personali, non ha nemmeno precisato di essere candidato nella lista promossa dal Senatore Musso, già Senatore PDL e sconfitto al ballottaggio con il Sindaco Doria, sostenuto dalla Lisa SEL dove ero candidato. E nemmeno le è stato utile, dato che come me non è stato eletto, ma senza nemmeno riuscire a prendere i miei pur pochi voti. Buona giornata

Luciano Ardoino ha detto...

@Emilio Robotti

sig. Robotti, sulle prime non volevo nemmeno risponderle ma l'educazione e gli onori di casa, me l'impone.
Infatti, il suo commento non ha bisogno di aggiunte, a conferma che poco cambia nelle mie considerazioni, anzi.
Tengo a precisare che nel mio fondo ho "criticato" il suo gesto e questo a completa imparzialità di qualsivoglia fede politica.
Gli errori non hanno colore; sono sempre errori e, a mio modo di vedere le cose, il suo e quello di Farinella l'è stato.

Se lo avesse fatto (la stessa cosa) uno di centro destra, sarebbe stato (per me) un errore comunque e l'avrei criticato nella stessa misura.

Non ci si approfitta di una ricorrenza così triste per fare della propaganda politica e addirittura in un luogo sacro.
E credo che quest'ultima cosa sia scritta anche nei documenti depositati nella curia.
Se fosse inconsapevolmente capitata a me (come probabilmente è accaduto a lei), avrei di certo chiesto a Farinella di togliere quei fogli A4 e probabilmente il Don avrebbe capito.

Terrei a precisarle che ben poco m'importa dei voti delle comunali e che entrambi ben sappiamo come avvengono queste "preferenze" che cadono dall'alto.
Da parte mia, per la precisione, c'è stata la sola volontà d'aver esaudito la preghiera rivoltami allora da Enrico Musso per via del mio pregresso nel settore del turismo e per costruire un buon (credo) programma per la città e i suoi cittadini, nel qual caso avesse vinto il "tenzone" con Marco Doria.
D'altronde se li ho scritti per altre nazioni, non vedo il perché non possa farlo anche per la mia città.
Naturalmente "aggratis"

Lei dice che questo blog ha pochi commenti e probabilmente pochi visitatori ... peccato però che in 4 anni e mezzo di vita, il blog abbia avuto oltre 4 milioni e mezzo di contatti (vedere in qualsiasi delle 1.600 pagine sia a sx che a dx)
Dopodiché non è riuscito nemmeno a capire il mio mestiere.
Bontà sua o bontà del suo comprendonio?

Per concludere, le confermo la mia (e non sola)opinione e sarebbe bastato scegliere di fare la "marketizzazione politica" un solo giorno prima oppure dopo.

E nel post in oggetto non c'è nessun'altra considerazione che il racconto del fatto accaduto in quel giorno che era stato programmato per una dolorosa ricorrenza che, come cristiano, non capisco.

That's all!

P.S.: Non cercherò mai il suo nominativo sul web per capire chi lei sia, quella cosa che lessi circa un anno e mezzo fa sulla testata de Il Giornale (leggo anche Repubblica, Corriere della Sera, Il Fatto Quotidiano), m'è bastata e mi basta tuttora.

Cordialmente ma neanche poi troppo.






Emilio Robotti ha detto...


Non ho intenzione di continuare la discussione, Lei ha (legittimamente) espresso una sua opinione, io la mia e La ringrazio dell'ospitalità nel suo blog che scopro da Lei essere così seguito. Chi e quando leggerà, si formerà una sua opinione su quanto ha scritto, su di Lei e/o su di me. Quanto a me, troverà facilmente altro materiale per peggiorarla o migliorarla, su di Lei invece non sono sicuro, ma francamente non mi interessa nemmeno granché, come d'altronde pare non interessi a Lei: nemmeno da candidato alle elezioni dice chiaramente chi è e cosa fa, ma per carità, sono affari suoi. Io penso invece che chi gestisce la cosa pubblica - o si candida a farlo - debba dire chiaramente chi è, cosa fa e cosa ha fatto, non solo quello che vorrà fare. Lei evidentemente la pensa in modo diverso anche su questo argomento. E da un fatto inferisce quello che le fa comodo in quel momento, come per la messa del 2012. C'è stata anche nel 2013 se è per questo, ed era ancora più partecipata, nonostante non fossero presenti candidati alle elezioni. Come sono sempre partecipate le messe di Paolo Farinella, prete.

Luciano Ardoino ha detto...

@Emilio Robotti

Gradirei metterle in evidenza che personalmente ho giudicato una questione riportata dai giornali (ripeto una sola cosa) della sua esistenza, e che il mio "senso" (buono o meno che sia) non ha digerito.
Questioni di gusto.

Nel contempo lei accenna a tutta la mia vita professionale e altro (ma cosa ne sa e che cosa ne può capire?), e questo asserendo d'aver fatto delle ricerche nel web.

Ritenti e sarà più fortunato se saprà usare meglio i motori di ricerca.

Sappia solo che nei 1.600 post che appaiono sul blog, il suo è l'unico che non riguarda il mio settore e questo perché ne rimasi veramente impressionato (non favorevolmente) per la scelta dei "suoi" tempi.
E di cose ne leggo in quantità sufficiente.
Alcuni altri, per la precisione, riguardano gli animali (una decina in tutto), per il motivo che anche loro fanno parte della nostra vita ... oltretutto migliorandola dagli errori umani.

Per concludere, a seguito delle parole apparse nel suo commento ... ciò che ho fatto nella e della mia vita, e questo è anche riferito anche a ciò potrò ancora fare, sono stati, sono e sempre saranno fatti miei, dei miei cari e delle persone più vicine a me, e che mai urteranno (spero) la suscettibilità dell'altra gente.
Almeno questo è quello che mi auguro.
E se dovesse capitare, la prego (se vorrà), di volermi informare immediatamente dell'eventuale mio errore per poter rimediare nel minor tempo possibile.

Se invece non ci riuscirà, sarei ben lieto di leggere o addirittura ascoltare per voce le sue rispettabili critiche affinché possa in futuro, evitare altri errori.

Errare è umano ma riconoscerlo è FAN-TAS-TI-CO!

P.S.: Non sono e mai sarò un politico ... e si vede, per mia fortuna, neh!











vinc ha detto...

@Luciano

Mi è arrivato un -bip- sulle mail che diceva che qualcuno aveva commentato questo post che non ricordavo più.
Ebbene, caro Luciano, a leggervi sembreresti tu il laureato in giurisprudenza.

Veramente hai solo la 2a o la 3a liceo scientifico?

Cosa c'entra la politica in queste cose?

:-(