mercoledì 26 novembre 2014

Il bene del "turismo" per trenta denari?

Con Filippo è un piacere discutere del nostro settore, intendo il turismo in generale ma con un occhio più attento all'alberghiero.

D'altronde a questo “ramo” vi apparteniamo entrambi da molto tempo.

Filippo Donati, è il presidente nazionale di Assohotel, una branchia di Confesercenti, con cui sovente scherzo.
Infatti Filippo è goliardico come piace a me, ma quando si parla di turismo, ecco che la burla finisce di botto.
In poche parole si chiacchiera delle divergenze del settore elencate da altri, ma che tra di noi convergono sempre.
E poi come due binari perfettamente paralleli, senza deragliamenti, ci si scambia quelle informazioni necessarie per arrivare al dunque.
Mai disuguale.

E anche questa mattina …
… il riferimento è andato alle OTA's, quelle che entrambi, ma non solo, reputiamo una delle “mannaggia a loro” del ricettivo, in merito all'ultima loro apparizione al forum europeo del turismo svolto a Napoli poco meno di un mese fa.

Dove gli interventi di TripAdvisor e Booking.com (per nulla esaurienti) non hanno fornito risposte concrete in merito alle falle dei sistemi di prenotazione e di recensione, che da tempo hanno attirato l'attenzione delle autorità antitrust di numerosi paesi europei, incluso noi (ne ho scritto proprio ieri … ved. qui).

Di cui i nodi primari, mi suggerisce Filippo, sono l'abusività (Roma, Firenze e Genova in prima fila), che nasconde presenze e tasse, che elude regole ed obblighi senza essere minimamente sfiorata da controlli o accertamenti.
La prepotenza delle OLTA's, che si stanno impossessando via via della disponibilità totale del ricettivo italiano senza acquisire nemmeno un albergo ma semplicemente blindandolo tra allottment, prezzo, commissione e recensione.
In generale quindi si può dire che il sistema turistico italiano e' fragile quanto il sistema Paese ed e' ostaggio di quelle aziende che incassano la rendita del prodotto Italia in altre nazioni ma anche in questa.

Per non parlare della tassa di soggiorno di cui i dati sono sconfortanti, perché evidenziano un processo debole ed un settore senza governance, alla deriva ed alla merce' dei più furbi.
Dati disuguali gli uni dagli altri per la medesima località e nello stesso periodo ... e come posso non pensarla, anche 'sta volta, perfettamente nella stessa maniera?
Scopro poi nel web che anche Alessandro Nucara, il DG di Federalberghi, la ragiona esattamente così, e più siamo, meglio è. 
E un sacco di altre cose di non poco conto che immancabilmente non vengono affrontate con … si può dire con onestà?
Onestà?

E da qui parto con delle personali considerazioni ... quale migliore occasione per riporre su di un vassoio d'argento che ...
... che è inspiegabile il perché, nonostante tutte (sì, proprio tutte e altre pure che per il momento non ho riportato) queste grosse problematiche sopra descritte dal buon Filippo, siano ormai state risolte da circa due anni con un semplicissimo programma nella comprensione, ma difficilissimo nella creazione (mi ci sono voluti più di 2.000 giorni), non gli vengano, non solo date le gambe, ma nemmeno la minima luce.
Eh già, come mai?
Programma che oltretutto dovrebbe essere depositato sulla scrivania del ministro della Cultura e del Turismo dopo la presa visione avvenuta durante il TDLAB.
E con un costo davvero irrisorio se pensiamo al beneficio che tutti ne trarrebbero, Stato compreso!!
Anche per il fatto che nessunissima nazione al mondo c'è ancora arrivata.

Non voglio trarre delle conclusioni affrettate ma solo ragionarci un pochettino sopra … chiedendo oltretutto agli audaci lettori dei suggerimenti per farmi capire:

a) Alle OLTA's non converrebbe di certo che a questo programma gli siano date gambe … la cosa mi pare abbastanza ovvia, considerato che non si potrebbero più permettere alcun assoluto dominio.

b) E' dai tempi di Gesù che esistono i Giuda, e forse ancor prima di lui … esistono ancora?
c) Chi è che non vuole che sia almeno visionato (intendo nella condizione di essere esaminato da una platea di persone che del settore se ne capisce) nonostante tutte le mie richieste affinché questo avvenga nel minor tempo possibile?
Bene, aspetto i vostri suggerimenti, grazie!!






12 commenti:

Anonimo ha detto...

anche per queste faccende sono andato dall'ita(g)lia







vinc ha detto...

@Luciano

1 + 1 = 2

0 + 30 = 30


:-DDDD

sergio cusumano ha detto...

Si chiude il cerchio???


Francesco Pedroni ha detto...

@Luciano

Di miei suggerimenti non ne hai bisogno e ritengo che le tue ipotesi siano come la somma che ha fatto Vinc.

;-)

Luciano Ardoino ha detto...

Mi sembra che siamo tutti d'accordo ... per adesso.
Poi magari interviene qualcuno che la pensa diversamente.

Speriamo solo che ci dica il perché.

:)

Biodegradabile ha detto...

A me questa storia fa venire i brividi


Gregorio ha detto...

Ma visto che non è solo questo blog a pensarla in uncerto modo, che ci sono questo autorevoli rappredentanti di categoria, che al progetto è stato impedito finora di arrivare al tavolo ministeriale, cosa impedisce di rivolgersi direttamente al ministro o al suo vice?
Io non credo che le oltas mettano su dei tdlabs quando hanno bisogno di qualcosa dallo Stato. Vanno direttamente al punto.

Luciano Ardoino ha detto...

@Gregorio

In merito alle OTA's e al TDLAB non credo di aver alluso a nulla che potese farti pensare quello che scrivi.

Ho solo detto che quel progetto è sul tavolo (almeno dovrebbe poiché è quello che hanno detto) del ministro del turismo attraverso il TDLAB.
Le OLTA's agiscono diversamente .... si suppone.

Per quanto poi riguarda il rivolgersi al ministro o al suo vice, ebbene; ho scritto a quella mail per ben 7 volte del programma. Non contento sono andato personalmente a Roma durante un incontro tra Franceschini e Mr. Schmidt che riporto qua .

Senza pensare che sono circa due anni che sto pubblicizzando la cosa attraverso questo blog che di contatti ne ha un po.
Ma sembra che ci sia qualche cosa che ne ostacoli l'attuazione.
Di più non so cosa potrei ancora fare se non quella di portare il tutto all'estero come in verità sto già facendo e parrebbe con ottimi risultati nella prima nazione a cui ho inviato ...

:)

frap1964 ha detto...

L'inconcludenza di Franceschini e Renzi è ormai sotto gli occhi di tutti, direi.
Art Bonus a parte, peraltro in tanti punti inutile, visto che non ci sono i decreti attuativi, cosa si è visto di concreto in 6 mesi?
La creazione di uno pseudo-comitato digital (TDLAB) e di un comitatone armata brancaleone di cui l'incompetenza dei componenti è la cifra principale.
Commissariamento di ENIT in mano a persona a completo digiuno di turismo e che ha presentato un piano non finanziabile con i fondi effettivi allocati nella legge di stabilità e uno statuto che oltre ad un AD prevede una serie di DG (pare almeno 3), laddove oggi ne è presente uno solo: come li pagheranno è un bel mistero, se le cifre per DG saranno dell'ordine di quelle attuali.

In questo quadro desolante ti stupisci del fatto che non si prendano in esame proposte tese a migliorare il funzionamento effettivo del comparto?

Parliamoci chiaro: cavare sangue dalle rape non è proprio cosa fattibile.

sergio cucini ha detto...

il tuo progetto mi piace e lo sosterrò ogni volta in cui avrò parola ( peccato non conto più un cazzo...)

Luciano Ardoino ha detto...

@Sergio

Anche se dici che non conti più un razzo, beh; per me la tua opinione conta da matti.
E non credo solo a me

:)

Luciano Ardoino ha detto...

@Frap

Cippa, mi sto inrazzando davvero, e ho finito di giocare con loro.
Sarà un buon presagio?