lunedì 15 settembre 2014

... anche Zorro nel TDLAB

Oh, mamma mia!


L'intervista a Diego de la Vega, in arte Zorro

D. Salve Diego, anzitutto grazie per la Sua disponibilità. Ci parli di Lei.
R. Mi chiamo Diego Zorro, sono uno startupper, lavoro al Parco Scientifico Tecnologico di Venezia, il VEGA.
Il giorno 10 agosto 2014, esattamente alle 14:10 ho aderito al TDLAB – Gruppo Promozione e Commercializzazione.
D. Sì certo, come no. E alla domanda Ecco come penso di dare un contributo: che cosa avrebbe scritto, di grazia?
R. Vorrei lasciare un segno indelebile nel futuro del turismo digitale italiano.
D. Lei non si aspetta che io Le creda, vero?
R. Ma come no… guardi qua:









8 commenti:

Biodegradabile ha detto...

Questa poi ..........

:-DDDDD

vinc ha detto...

Grandissimo frap1964

:-DDDDD

frap1964 ha detto...

A scanso di equivoci, vorrei precisare che nemmeno io conosco Diego Zorro (in spagnolo: volpe).
Il colloquio è avvenuto in chat.
Mi sono limitato a garantire che non avrei acquisito l'Ip.
Sul momento pensavo mi stesse soltanto prendendo in giro.
Poi ho pensato che si trattasse di una campagna di buzz marketing virale orchestrata da quelli del TDLAB, tanto per attirare attenzione sull'evento del 17.
Si sa che sono delle gran volpi e che per questo genere di cose hanno anche qualche esperto al loro interno.
Ho fatto naturalmente delle verifiche, ma devo dire che qualche dubbio mi è rimasto ancora.
Ho anche pensato che si trattasse di Luciano, ma lo stile delle risposte era abbastanza diverso dal suo, anche se avrebbe potuto mascherarlo apposta.
Credo che il 17 succederà davvero qualcosa a Roma.
Potrebbero anche essere più d'uno, secondo me.
Uno sul cavallo che passi davanti al MIBACT e si faccia riprendere.
Uno regolarmente iscritto al TDLAB che entri e poi metta il costume: se c'è deve essere per forza tra i restanti 127.
L'elenco non è pubblico, ma anche se lo fosse sarebbe comunque difficile individuare 'sto Zorro.
Diciamo che forse potremmo escludere tutti gli aderenti di sesso femminile, ma anche questo non è mica detto.
E' la prima volta che sul mio blog compare un'intervista, di solito non mi presto a questo genere di cose.
Ma l'occasione era davvero straordinaria e troppo troppo ghiotta.

A proposito, Luciano, tu che ti sei iscritto al TDLAB...
Le e-mail ti torna che siano davvero quelle lì, oppure no?

Luciano Ardoino ha detto...

@Frap

Le mail combaciano alla perfezione altrimenti t’avrei avvisato non appena ho visto il tuo post che si trattava di una bufala.
Alla fin fine però credo che sia stata una goliardata e che la cosa abbia vuto già il suo termine.
In quanto all’IP, beh; credo che sia alquanto improbabile che qualcuno possa usare il suo e non spostarsi di pochi chilometri per farne apparire un altro. Anche se ovviamente qualche più sciocco degli altri c’è sempre.

Io ? :-D … a parte il fatto che la goliardia mi piace un sacco tanto ma stavolta non c’entro un piffero di niente.

Francesco Pedroni ha detto...

Nooooooooooooo non è possibile che ci siano caduti così.
Allora è vero che li hanno presi tutti.

:-(((((

@Luciano

Cosa ci vai a fare????

Luciano Ardoino ha detto...

@Francesco

Cavolo, i miei amici mi dicono tutti che è tempo perso, che è come quando il Principe invita a corte anche un qualche dissidente, per così dimostrare all’universo mondo che egli è illuminato e plurale.
Altri mi scrivono che cercheranno di prendermi in giro e farmi apparire per quello che non sono.
Poi che corro semplicemente il rischio di far l’utile idiota, il portatore d’acqua e affini.

L'ultima mail arrivatami pochi minuti fa addirittura dal Canada dice che non dovrei dare più nessun suggerimento che tanto non lo capirebbero mai.

Senza accennarne ad altre di cui è meglio non dire.

Mah!

Possibile che nessuno abbia ancora capito il mio motivo?

Luciano Ardoino ha detto...

Eppure è di una semplicità disarmante.

:)

Francesco Pedroni ha detto...

@Luciano

Giuro che non ci riesco.
Ma conoscendoti abbastanza bene so che non sbagli nel farlo.

:-DDD