domenica 21 settembre 2014

Spariti (rapiti?) 30 milioni di turisti stranieri in un solo anno

L'OCSE dichiara che i turisti esteri che vengono in Italia sono qualcosa come 76 milioni e rotti, portando così il Bel Paese come la seconda nazione, dopo la Francia, a riceverne di più.
Balle! … rosse, verdi, blu e pure gialle!!

L'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) (in inglese Organisation for Economic Co-operation and Development (OECD) non è altro che un'organizzazione internazionale di studi economici per i paesi membri, paesi sviluppati aventi in comune un sistema di governo di tipo democratico ed un'economia di mercato.

L'organizzazione svolge prevalentemente un ruolo di assemblea consultiva che consente un'occasione di confronto delle esperienze politiche, per la risoluzione dei problemi comuni, l'identificazione di pratiche commerciali ed il coordinamento delle politiche locali ed internazionali dei paesi membri.

Eh?

Economia di mercato?
Occasione di confronto?
Coordinamento delle politiche locali ed internazionali?
Identificazione di pratiche commerciali?

E come definire quei 30 milioni e passa di differenza che mancano all'appello?
In verità un aggettivo appropriato l'avrei pure ma passo oltre.

Quindi “quelli” (OCSE) le “sparano” talmente grandi da far arrossire di vergogna anche i cannoni di Navarone, ma chi vede questi dati, che cosa fa?

In definitiva le presenze straniere nello Stivale sono 46 milioni (dati UNTWO e confermati da tutto il mondo ... OCSE esclusa) … ma non si potrebbe cominciare a pensare di finirla con questo andazzo di statistiche e dati da far paura?

Bene, pochi giorni fa è stato presentato un progetto al TDLAB per togliere di mezzo, in una maniera facile facile e definitivamente, questa problematica che definire sciocca è ben poca cosa. 
Sia sotto l'aspetto della corretta informazione che in quello della moneta sonante, visto che costano delle palanche e non sono quasi mai veritiere.
Senza poi contare che l'OCSE ha appena emesso i dati del 2012 e quel programmino li darebbe in tempo reale.

Riusciranno i nostri “eroi” radunati a Roma a capirne l'utilità considerando che anche questa è digitalizzazione?

Ai posteri l'ardua sentenza.






2 commenti:

frap1964 ha detto...

La risposta all'ultima domanda è dentro di te. ;-)

Luciano Ardoino ha detto...

... o dentro quelli del TDLAB

;)