venerdì 9 luglio 2010

Senza brutte parole, per carità







Barbara, Alessandro, Eduardo, Giorgio, e chissà quanti altri di amici o parenti, forse non sono italiani, non hanno visto o saputo dell'imminente spot del Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, dove attraverso la voce, esortava i connazionali a trascorrere le proprie vacanze in patria.
Infatti il 28 giugno sono a Formentera (Spagna) che in Italia non è, almeno fino a poco tempo fa non c’era.
Peccato, perché sono soldi che potevano essere spesi nel nostro Paese, e speriamo non vengano emulati da molti altri connazionali.
No, Barabara, Alessandro, Eduardo, Giorgio e chissà quanti altri di amici o parenti, in verità sono le figlie, i nipoti ed il genero del sopraddetto 1° Ministro, e di conseguenza sono italiani.
Beh, un bell’esempio di coerenza, “famigliare” per carità … il papà dice nà cosa (8 giugno) e tutti a fare quell’altra neanche venti giorni dopo.
a) forse non sono stati avvisati;
b) nessuno c’ha pensato a farlo;
c) hanno preso un last-minute in considerazione dei prezzi;
d) probabilmente a loro (figli e generi) non frega niente di quello che pensa la gente, perché chissà, forse si ritengono figli di un Dio minore o fors’anche maggiore.
Personalmente, anche se non c’era certo il bisogno di questo caso aggiuntivo, mi sento preso per la pelle del posteriore e mi verrebbe voglia di dire … “ma chi credi o credete d’essere” … per limitarmi nelle scurrilità.
Non mi resta che attendere le ferie della Brambilla per definire il quadro della presunta orrida ipocrisia, dove dopo l’invito dell’anno scorso a trascorrere le vacanze in Italia, lei fu in quel di Mentone (Francia).
E poi ci sono gli altri…. che più avanti vedremo.
Scusate il post che può sembrare più gossip che altro, ma nel turismo non mi va, nella serietà nemmeno, mentre in politica ... anche peggio.
Mi viene in mente un grande predecessore, molto più grande o sicuramente meno politicamente piccino, impropriamente menzionato dal presidente di Federalberghi, Bernabò Bocca, come similitudine.
Un tal Ronald Reagan, che nel 1980 in piena crisi finanziaria invitò gli statunitensi a non scegliere come meta delle proprie vacanze i Paesi esteri per dare un maggior apporto alle casse interne.
E riuscì enormemente nell'intento; non si vide nessuno al di fuori dei loro confini.
Ebbene mi chiedo cos'avrebbero detto gli americani se avessero saputo che le figlie/i di R. Reagan le trascorrevano in un'altra nazione contemporaneamente alla "preghiera" rivolta al popolo.
Di sicuro non avrebbe rivinto le elezioni 4 anni dopo con votazioni bulgare (49 a 1), perchè a un cittadino patriottico come quello statunitense queste cose ti non puoi permettere di farle.
E infatti Ronald Reagan non le fece.
Mentre qui ...

8 commenti:

renata ha detto...

@Luciano

Questa non la immagini

http://www.ilgiornale.it/interni/il_ministro_finisce_centralino/09-07-2010/articolostampa-id=459551-page=1-comments=1

Ciao

:-D

Luciano Ardoino ha detto...

Ciao Renata

l'ho passata subito a frap sul suo blog.

Se dovesse far sapere il quando, prometto di effettuare qualche telefonata che ...vabbè non dico altro.
;-)

Anonimo ha detto...

Non è la prima volta che a noi dice di fare una cosa e poi lui ne fa un'altra. Noi ci siamo, purtroppo, abituati (brutta abitudine) e oramai non ci facciamo più caso. Sappiamo che da quasi una quindicina di anni ci prende per i fondelli, ma la cosa che vorrei ardentemente è che anche coloro che lo votano e lo sostengono, si rendano conto, e che, (credo solo con un miracolo) vedano di chiarirsi le idee e di cambiare strada (politicamente si intende). Sarebbe un grande risultato, quasi una vittoria!!!

Uno che passava di qua ha detto...

Arci arci arci arci -periodico- BEN DETTO.

Interessantissimo questo blog.

Uno che passava di qua.

Anonimo ha detto...

beh berlusconi dovrebbe fare il comico le barzellette le sà raccontare bene!!

Anonimo ha detto...

@anonimo

Ha fatto bene anche l'imprenditore, o no?
E forse anche il politico, considerando quello che ha fatto la parte avversa.
Non contiamoci storie.
Volevo solo fare i complimenti al blog anche se a quello che leggo fa le critiche solo a questo governo ma non ho potuto fare a meno di rispondere a quella sentenza del berzellottiere.
Sono di destra ma rispetto chi si mantiene con educazione nelle critiche.
Bravo

Anonimo ha detto...

Ma guarda che qui non si tratta di essere di destra o di sinistra. Io sono di destra, ma a farmi prendere dai fondelli da questo signore non ci sto a prescindere del mio orientamento politico. Anzi forse sono anche più incavolato di uno di sinistra.
Ciao

Luciano Ardoino ha detto...

@Anonimo (l'ultimo)

Mi ricordi qualcuno delle rive romagnole che mi è molto simpatico.
Sarai mica tu?