sabato 23 febbraio 2013

Basta poco poco per ... l'Italia


A farla in breve … l’Enit lancia questa “roba” qua che non condivido nella maniera più assoluta.
Una fregnaccia … pardon, di più d'una!

E vale a dire riesumare dei video depositati da quattro anni in chissà quale scantinato che nessuno probabilmente ricordava più.

Però dei grandi “professoroni saccenti” che li hanno visionati, hanno detto che vanno bene e che potrebbero essere riprodotti per magnificare allo straniero il nostro Bel Paese.
Mannaggia a loro!

E se volete vedere il grande successo (contatti) che hanno fatto in tutti questi anni … guardate qua.

Comunque sia, morta la e proviamo ad immaginare invece uno o più video con questa cosa qua semplice semplice …

… e vale a dire di prendere un qualsiasi giornale scritto in qualsivoglia lingua del mondo.
Fatto?

Col vostro bel giornale immaginate adesso di andare nel Tibet a cinquemila metri d’altezza e d’incontrare un bambino di circa dieci anni d’età.
Oppure in un villaggio di esquimesi o … fantasticatelo dove meglio v’aggrada.
Quindi fermate il bambino ma prima fornitevi di un bel sorriso, sennò e magari vi manda anche a quel Paese, e fategli questo bel giochino.

Munitevi di una forbicina che avete ipoteticamente acquistato da quelle parti (fate attenzione che in quei luoghi è difficile trovarla, neh) quindi è meglio portarsela appresso, e ritagliate anche approssimativamente da una pagina di quel quotidiano (la prima che vi capita), i confini del nostro Bel Paese.
Ah, con le punte arrotondate poiché all'aeroporto ...

Ora datelo al bimbo anche a testa all’ingiù (il pezzo di carta e non il bambino, neh), di sbieco o come diavolo preferite.
Non dimenticate le isole, per piacere!

Ebbene, in qualsiasi maniera voi glielo porgerete, quel giovane abitante del lontano Tibet, quell’esquimese o bla bla bla, vi dirà in un battibaleno che quel brandello di carta assomiglia all’Italia.
Anzi, che la è!

Provate ora a fare qualsiasi altro ritaglio di qualsivoglia altra nazione e aspettate per qualche mese la sua cortese e gentile risposta.
Lui la girerà e la rigirerà da tutte le parti … ma cippa!

E adesso, avete capito?

Questa per me è tre volte innovazione!
E visto che il buon Dio c'ha dato questo meraviglioso Paese, perché non approfittarcene in questa maniera semplice semplice.

P. S.:  … e questo è l’ultimo suggerimento a gratis, neh!



  

19 commenti:

vinc ha detto...

@Luciano

Questa è un'idea da 1 milione di dollari e tu la regali?

:-(

Fossi in te la toglierei di corsa e la venderei al miglior offerente.

Luciano Ardoino ha detto...

@Vincenzo

L'ho pubblicata perché ormai l'ho sparsa in giro e prima che qualcuno se ne prenda la primigenia ...

E poi anche perché è da quel tempo che era nel cassetto insieme alle altre.

:)

sergio cusumano ha detto...

@Luciano

ECCEZIONALE e se fatto-i con le giuste modalità, sarebbe un successo incredibile.

Tu sei un fenomeno e la ci sono seduti loro.

Incredibile!!!!!

Luciano Ardoino ha detto...

@Sergio

Ha ha ha, sovente me lo chiedo anch'io il come mai oppure il perché.

:)

Sarà destino?



sergio cusumano ha detto...

No, non credo sia colpa del destino, ma del fatto che quelli non capiscono niente e della meritocrazia in Italia è meglio che non ne parlo.

Questa è pazzia, credimi!!!!

:(


Luciano Ardoino ha detto...

@Sergio

Poco male per me.

Forse ce n'è più per loro.

:)

Comunque morta la, dai.

B. C. ha detto...

FA-VO-LO-SA IDEA


se la leggono te la rubano di sicuro


Luciano Ardoino ha detto...

@B.C.

La leggono, la leggono.

L'importante sarebbe che l'attuassero in tutta fretta.
L'estate è vicinissima e con un po' di buona volontà ad aprile potrebbe essere già pronta.



:)

Luciano Ardoino ha detto...

Si potrebbe anche immaginare nel medesimo contesto e vale a dire in una scuola elementare (primary school) in un contesto dell'Africa equatoriale, dove tra bimbi fanno a gara per riconoscere gli Stati che precedentemente sono stati ritagliati da un vecchio quotidiano.
... e che tutti alla fine riconoscono solo l'Italia perché è la più facile da indovinare.

Poi ce ne sono anche dell'altre di immaginazioni, ma mo basta, arrangiatevi un po'.

:)

Francesco Pedroni ha detto...

Ammazzate oh, è una figata



:-DDDD

Jennaro ha detto...

Davvero eccellente, Luciano...

... ma perché all'Enit ... 'O Pataterno dà 'o ppane a chi nun tène 'e diente?

:-)

Luciano Ardoino ha detto...

@Jennaro

E chi lo sa?

Caro, carissimo amico mio!

:)

Ma va bene anche così, anche perché in questa maniera posso continuare a scrivere ... e mi ci diverto un sacco.

;-)

Anonimo ha detto...

Caro Luciano se tu non esistessi saresti da inventare.


frap1964 ha detto...

Se dai un'occhiata ai video linkati di Italia much more vedi che alcuni hanno come logo finale quello con svolazzo di MVB, mentre quello da 60 sec. ha il logo originale di ENIT. Questo perche` sono gia` stati utilizzati una seconda volta: in pratica questa sarebbe la terza !!

Luciano Ardoino ha detto...

@Anonimo


Eh si, bravo!

Così ad incazzarsi ce ne sarebbe un'altro in più.
Ma tu vuoi così male alla razza umana?

;-)

Luciano Ardoino ha detto...

@Frap

Eh già, m'era sfuggita la cosa.

A questi punti comincio a pensare davvero male.

Pazzesco!

Jennaro ha detto...

@Frap

Era meglio non dare un'occhiata ai video linkati da Luciano... mannaggia!

Ho dato uno sguardo a "NAPLES - Italia Much More" e non immagini quanto assai abbia sofferto (brrrrr) nel vedere quella giovane coppia con figlioletti intenti a farsi fotografare, felici, in tenuta estiva, i bambini con le braccia scoperte, "abbascio Marechiaro"... e, invece di aprirsi 'a fenesta celebre e' ll'ammore, addò 'e stelle e 'a luna n'attenzione certo 'a fa... si è aperto un baratro alle loro spalle che li ha scaraventati su montagne fredde piene di neve ... Senza offesa per la neve, ma secondo me questi di Much More dovrebbero fare un corso di ripetizione geografica ...

:-)

Anonimo ha detto...

E' un'idea fantastica


Francesco Pedroni ha detto...

Più lo leggo e più mi convinco che sarebbe eccellente farne tre o quattro con le stesse modalità

:-DDDD