martedì 1 ottobre 2013

Chi ha dato dello spago a Promuovi Italia S.p.A. ?

E di stipendio abbassato come avevano detto ai quattro venti e agli otto tornadi, cicloni e simili, manco a parlarne (ved. immagine sotto) ... credo.

Promuovi Italia S.p.A. è in difficoltà ma s’era già visto e poi detto.
Anzi, a dirlo sono stati proprio loro, e questo l’hanno fatto scrivendo due lettere quando cominciavano a presupporre che …

… il 2 settembre Promuovi Italia ha finalmente pubblicato il bilancio del 2012 da cui si evince, come si era già intuito, che sono in evidente problematicità.

Praticamente nel corso del 2012 gli hanno segato circa 7 milioni di euro sul valore della produzione con il passaggio di parte delle attività ad Invitalia e revisione di alcune commesse.

Peccato che questi qui i loro 100 dipendenti medi fissi gli abbiano dovuti stipendiare ugualmente (peraltro con aumento dei relativi costi rispetto al 2011 di 212.276 euro).
Nel 2011, in piena era Brambilla, avevano infatti assunto altre 24 persone (passando da 76 a 100 mentre l’anno prima erano “solo” 28) come si legge nel bilancio precedente, contando su di un aumento annuo di 5,6 milioni di euro sul valore delle commesse.

Con un secco aumento di costi del personale di 1,3 milioni di euro che naturalmente nel 2012 si sono ritrovati sul groppone come costi fissi a fronte di un calo netto del valore commesse.
Una gestione economica davvero all'insegna della prudenza, neh (il DG naturalmente non è cambiato).

Risultato finale: perdita di esercizio di quasi 300mila euro (per la precisione 291.679).
L'anno precedente erano in utile per 2.573 euro (in discesa rispetto al 2010).

Il collegio sindacale propone quindi al socio unico (che poi sarebbe ENIT): 62.592 euro li copriamo raschiando soldi da un paio di fondi di riserva, ma i restanti 229.087, please, versateli voi.
Considerando che non sono emersi fatti censurabili.

Andrea Babbi e Pier Luigi Celli saranno entusiasti della proposta.
Mentre Massimo Bray che ha pure sostenuto che occorra "rilanciare" Promuovitalia ... lasciamo perdere va.




P. S.: ma come si può pretendere che il Turismo possa andare bene se già dalle "basi" o presunte tali ... ma non avevano detto che si sarebbero tagliati lo stipendio?  ... ved. anche qui ... e traslochi a parte.

Ci dev'essere qualcosa che non va e che non torna.



... ecco i tagli:

Francesco Montera € 258.014,96 --> apparentemente immutato
Olindo Ceccarelli € 192.159,94 --> apparentemente immutato
Stefano Orsini € 201.810,00 --> apparentemente immutato
Antonino Bussandri € 132.090,00 --> apparentemente immutato
Claudio Carpineti € 129.290,00 --> apparentemente immutato
Antonello Rossetti € 112.490,00 --> apparentemente immutato
I compensi del Consiglio di Amministrazione (lordi):
Costanzo Jannotti Pecci € 45.000,00 + 300 a pres. --> € 40.500,00 + 300 a pres. -10% parte fissa
Massimo Ostillio € 15.000,00 + 300 a pres. --> € 13.500,00 + 300 a pres. -10% parte fissa
Emilia Masiello boh + 300 a pres. --> € 13.500,00 + 300 a pres. -10% parte fissa
Maja de Simone ??? --> € 13.500,00 + 300 a pres. -10% parte fissa (I presume)
Dott. Nicola Favia ??? --> ???? (sarà uguale, mi aspetto)







14 commenti:

vinc ha detto...

Dovranno fare molto più lavoro di quando erano in 28 adesso che sono in cento.

:-DD

Luciano Ardoino ha detto...

@Vincenzo

Eccome no

;-)

frap1964 ha detto...

Vedi mia e-mail... ;-))

Luciano Ardoino ha detto...

@Frap

Speravo lo scrivesse qualcuno di loro che il taglio c'è stato ma ... niente.
In questo caso avrei fatto una domandina a cui probabilmente non avrebbero risposto mai.

Peccato!

P.S.: Domani lo scrivo.

Certo che tra tutti i click avuti sul post ci fosse stato uno del turismo che l'avesse commentato dicendomi che: "guarda che il taglio l'hanno fatto" ... campa cavallo, neh!

Anonimo ha detto...

Vorrei sapere chi le ha fornito queste notizie!
Le ricordo che in ballo ci sono posti di lavoro e dunque l'argomento si fa molto delicato.
Forse ,in questi casi, sarebbe meglio evitare di mettere carne sul fuoco.

Luciano Ardoino ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Luciano Ardoino ha detto...

@Anonimo

A cosa si riferisce? Sono forse dati errati?
E a quali notizie in particolare?

Le ricordo che ogni nominativo ha il link d'appoggio (pezza) che è ricavato dal medesimo sito di Promuovi Italia S.p.A.

P.S.: Ricordo inoltre che con i dipendenti non ho assolutamente niente. Infatti ho sempre sostenuto che non esistono cattivi dipendenti ma solo ed esclusivamente dei pessimi capi.
E' forse questo un esempio?
Chissà!

Va inoltre ricordato che se la "gestione" lavora male o almeno non come dovrebbe e potrebbe, di gente a casa ce ne va in gran quantità tra gli italiani che lavorano, anzi lavorava, in questo settore. E la cosa è altrettanto delicata. Ci sarebbe anche d'aggiungere qualche cosa di anche peggiore ma non ho voglia di ricordare ma solo pregare.

Carne bruciata?
Oramai noi del comparto siamo già carboni ardenti ma non possiamo far nulla per rimediare a questo andazzo.

Mentre voi che potreste ...

Anonimo ha detto...

Pensavo solo che il suo fosse un blog che vuole offrire a chi lo legge "critiche costruttive sul turismo e sulla cultura" ma evidentemente mi sono sbagliato

Luciano Ardoino ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Luciano Ardoino ha detto...

@Anonimo

Grazie della sua cortesia nel denigrare questo blog che fino a prova contraria non ha procurato alcun danno al turismo italiano (voi?)... blog che oltretutto non avrebbe rispecchiato le sue aspettative di criticità.










frap1964 ha detto...

@Anonimo
Guardi che le "notizie" si evincono leggendo i bilanci, le relative relazioni accompagnatorie e alcune pagine reperibili sul sito di Promuovitalia.
Oltre che facendo minimi confronti sui dati.
Incrementare la forza lavoro del 25% in un solo anno non è sintomo di una gestione particolarmente oculata, oltretutto in un periodo di crisi che va +/- avanti dal 2008.
La critica alla dirigenza di Promuovitalia, anche visti i compensi annui lordi dichiarati, a me pare più che legittima.

frap1964 ha detto...

@Anonimo
Ed ENIT, il socio unico che dovrebbe "coprire" la perdita, secondo il suo piano della performance 2012, avrebbe chiuso il conto economico con un disavanzo di € 2.403.077,67.
Anche grazie al trend contributi 2007-2012 che si legge a pag.10.
Ora però si diverta pure a leggere l'elenco degli obiettivi raggiunti con le relative percentuali.

frap1964 ha detto...

@Anonimo
Le faccio un esempio a caso:

AREA STRATEGICA 4. INFORMATION TECHNOLOGY - Peso 20
Obiettivo STRUTTURA INFORMATICA
- Obiettivo operativo: Curare l’aggiornamento e l’implementazione costante delle sezioni dedicate del sito
- Indicatore: Aggiornamento periodico
- Target: 100%
- Risorse umane: 2
- Peso: 100
- Grado di raggiungimento: 100
- Punteggio: 100
- Motivazione: Obiettivo pienamente conseguito

Ora si faccia pure un giro sul sito di ENIT e verifichi lo stato effettivo delle cose, a partire da loghi e banner (tipo quello del portale nazionale del turismo) in home page.
E vorrebbero avere la gestione di italia.it....


Luciano Ardoino ha detto...

... e cadde il silenzio più assordante che c'è.
Beh, d'altronde di fronte all'evidenza come si può continuare a scrivere delle str...anezze?

:)

Arrivederci e alla prossima ...