venerdì 11 giugno 2010

Balle, e non di fieno !






Si era a Luglio del 2008, quasi due anni fa e ….
presto il governo italiano ridurrà l’Iva sul turismo.
Ad annunciarlo è il Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi durante un incontro con Matteo Marzotto, futuro presidente Enit.
Il Premier ha sottolineato l’importanza del comparto turistico italiano e come la riduzione dell’Iva alle imprese turistiche porterebbe una boccata d’ossigeno ad un settore in difficoltà.
Molta, infatti, è la concorrenza degli altri Paesi, soprattutto della Spagna dove gli alberghi sono pieni il doppio di quelli italiani.
L’annuncio di Berlusconi è stato ben accolto dalle diverse categorie interessate, anche perché il Capo del Governo ha dichiarato che la riduzione dell’Iva si inserisce in un piano più ampio per rilanciare il turismo italiano.
E unitamente a queste parole, che abbiamo sentito spesso anche dall’altra “autorevole” fonte del dicastero turistico, la Brambilla per intenderci, non è arrivato nulla che ne attestasse la veridicità della promessa.
Niente, non è andata proprio così, anzi sono in sentore nuove tasse turistiche.
Questo nonostante le periodiche rivelazioni propagandistiche della Michela sul fatto che il loro sia il governo del fare e che l’ha portata ad annunciare: “Mi date sempre molti compiti - ha detto agli imprenditori turistici - ma, come avete visto, io prendo appunti e torno con i compiti fatti.”
Che sia meglio che se ne torni a scuola visto che lo svolgimento non è andato proprio così?
E quel raddoppio dell’incidenza del Pil turistico dal 10 al 20%, che fine ha fatto?
Attendo bugie.

8 commenti:

frap1964 ha detto...

Berlusconi: due miliardi per rilanciare il turismo.

Un piano straordinario per il turismo alimentato con uno stanziamento da due miliardi di euro. Il maxi progetto per il settore è stato annunciato oggi dal premier Silvio Berlusconi e dal ministro del Turismo Michela Vittoria Brambilla nel corso della 60esima assemblea di Federalberghi.

Nella medesima assemblea MVB ha glorificato i suoi Buoni Vacanze chiarendo che verranno rifinanziati non appena saranno esauriti gli attuali (un bel flop!). Già chiarito che al nuovo rifinanziamento si aggiungerà il residuo (andavano spesi entro il 30 giu).

Poi daccapo nuovo spot sull'abbandono degli animali in estate a Palazzo Chigi.

Ma perché ci facciamo governare da gente così mediocre?

sergio cusumano ha detto...

E dire che la MVB ci aveva informato che in pochi giorni i Buoni Vacanza erano andati a ruba.
Residuo...???

frap1964 ha detto...

Pare che ci sarà persino una proroga per poter riutilizzare il residuo da fine-settembre.

Da ieri (vedi sito BV) praticamente non sono più ritirabili (non si può più versare in Banca); molto astutamente si credevano che sarebbero andati a ruba, per cui il 30 giugno 2010 era la data ultima di utilizzo.

Dove si dimostra la grande lungimiranza da parte di chi ha gestito tutta l'operazione.

E' stata praticamente l'equivalente della social-card, altra baggianata di questo governo, di cui si è persa ogni traccia da tempo.

vinc ha detto...

A quanto sembra la MVB di Buoni V. ne vuole istituire altri.
A che scopo, viene da chiederci, se i primi non sono stati molto ricercati?
Posso farvi una domanda: 'da dove provengono i 2 miliardi di euro del Berlusconi?'
Leggo Europa e imprenditoria: cosa vuol dire?

Luciano Ardoino ha detto...

@Vincenzo

Ultimamente stai facendo solo degli interrogativi.
Riesci, invece, qualche volta a darci delle delucidazioni?
;-)
Con eterna simpatia

Francesco Pedroni ha detto...

He he !?!

Francesco Pedroni ha detto...

Il mio He he era per te Vincenzo.
:-P

Anonimo ha detto...

"Questa proposta rappresenta un valido aiuto per il cittadino e al contempo - ha concluso la Brambilla - ha aiutato a tener pieni gli alberghi anche durante il periodo di bassa stagione".
Se non avete capito sono i Bonus Vacanza. E allora chiedo: 'quanti alberghi sono stati pieni in bassa stagione per i BV?'
B.C.