domenica 24 luglio 2011

“ITALIAN FRIENDS FOR JAPAN”: In arrivo altri gruppi di famiglie


Anche se dell’Enit non ho mai avuto una gran buona opinione, per cui il parlarne bene non m'è certo "gradevole", devo però ammettere che ultimamente …

E sono sempre stato sensibile a ‘ste cose, pertanto anche se ne ho già scritto qui nel recente passato, lo rifaccio volentieri.
Infatti dopo l’arrivo avvenuto il 1 luglio 2011 di mamme con bambini giapponesi provenienti dalle località interessate dalla fuga radioattiva della centrale di Fukushima (regione di Sendai), che hanno cominciato a trascorrere un periodo di soggiorno in Italia in attesa che la situazione in Giappone migliori, il 25 p.v. arriverà in Italia, alle ore 19 con il volo Alitalia AZ 785, il secondo gruppo (mamme e bimbi) per lo stesso motivo.
Gli altri arrivi a Roma sono attesi tra il 30 luglio e l’11 agosto a Roma, mentre tra fine agosto e l’inizio di settembre giungeranno, forse a Milano, gli ultimi gruppi di famiglie.

Ad accoglierle all’aeroporto di Fiumicino ci saranno il Presidente di Ad Financial, Francesco Confuorti, il Direttore Generale dell’ ENIT, Paolo Rubini … e io, se faccio in tempo.
Il soggiorno in Italia rappresenta il punto fondamentale del Progetto di amicizia nei confronti del popolo giapponese, “ITALIAN FRIENDS FOR JAPAN", promosso e organizzato da Advantage Financial e dall’ENIT, vuole essere un tangibile e concreto segno del legame di vicinanza tra la popolazione italiana e quella giapponese, da sempre unite da molteplici affinità.

L’ ENIT e Advantage Financial stanno coordinando l’iniziativa ed organizzando l’accoglienza per gli ospiti insieme ai partner che hanno scelto di essere coinvolti nel progetto, come Federalberghi Roma che, attraverso la sua Onlus “Soggiorno Sereno Sandro Gabbani”, presieduta da Massimo Bettoja e che accoglie gratuitamente negli alberghi romani malati e familiari di malati in lungodegenza a Roma e fornisce sostegno economico al Dipartimento di Ematologia del Policlinico Umberto I e ad altri ospedali, a partire da luglio sta offrendo vitto e alloggio gratuito a Roma alle famiglie giapponesi con bambini provenienti dalla zona del reattore nucleare di Fukushima al momento alloggiate in rifugi di accoglienza temporanea.

ALBERGHI ADERENTI
Ed è importante citare gli hotel che, generosamente, hanno scelto di dare ospitalità: il Palatino, il Canada, lo Sheraton Golf, il Diana, il Best Western Hotel Universo, il Mediterraneo, l’Atlante Garden, l’Intercontinental De La Ville, il Visconti Palace, il Best Western Hotel Globus, l’Hotel I Triangoli, lo Spring House, il Regno, il Lancelot, il Genova ed il Quirinale.

L'OPINIONE
“Questa bellissima iniziativa di solidarietà - rende noto il Direttore Generale dell’ ENIT, Paolo Rubini - che, insieme ad Advantage Financial stiamo portando avanti, sta avendo una grande eco positiva sui media giapponesi ed il favore dell’ Ambasciata d’Italia che ha sottolineato il ruolo di traino del nostro Paese nelle azioni di solidarietà tra i Paesi europei presenti in Giappone. E questo rappresenta per noi una grandissima soddisfazione professionale e personale, alla quale si aggiungono i commenti entusiastici delle mamme e dei bambini che stanno trascorrendo le loro vacanze romane, dove hanno trovato un’accoglienza amichevole che permette loro di apprezzare lo stile di vita italiano. Tutto ciò giova alla crescita delle relazioni umane, che sono un fattore fondamentale dell’interscambio turistico”.

Per sostenere l’iniziativa: c/o Banca Nazionale del Lavoro RM/Bissolati Tesoreria
Iban IT06T0100503382000000218190 intestato a: ENIT-Agenzia Nazionale del Turismo causale: Italian friends for Japan 

Sono attivi gli l’indirizzi E-mail enitforjapan@enit.it e info@advantageforjapan.net per informazioni sull'iniziativa.

Nessun commento: