domenica 7 agosto 2011

Nasce il Comitato anti Michela Brambilla (per la salvaguardia del turismo nazionale) denominato "La doppia Zeta"


COMITATO DELLA DOPPIA “Z”
Bene, a seguito e per tenere il passo alla nascita di una miriade di comitati o commissioni creati “ad hoc” dal ministro del Turismo italiano, sorge oggi il Comitato sulle ca(doppia zeta)ate della Michela Brambilla.
Inutile dire che questo non derivi affatto da un decreto grande o piccino che sia, e vale a dire un decretone o un decretino, ma da una semplice e sola “intuizione” per contribuire al miglioramento della nostra grande Nazione, nonostante “chillallà” e “chillillà”.

COME FAR PARTE DEL “ZZ”
A far parte di questo comitato saranno ammessi tutti quelli che lo vorranno, senza distinzione di sesso, di età, di ideologie politiche (anche perché nella stessa corrente politica della signora in questione, non è che tutti la pensino come lei, anzi).
Senza discriminazione del  proprio peso corporeo, senza distinzione per la quantità di peli che ciascuno ha sul proprio corpo (compresi quelli sul petto che notoriamente loro dispongono in gran quantità); in poche parole senza diversificazione alcuna.
E non è richiesto neanche l’obbligo d’inserimento del proprio nome e cognome, basta uno pseudonimo, anche un fischio oppure solamente un colpo di tosse (raucedine compresa), sarà ben accetto.
Sani e malati o alti e bassi, ma soprattutto non esiste e mai esisterà alcuna forma di misurazione dell’appartenenza ad una data classe sociale o di quanto ognuno accomodi nella banca personale.

SI PAGA?
No, ci mancherebbe anche d’altro.
Se le palanche ce l’hai, ben per te e tienitele, mentre se non ne disponi, razzi tuoi, e coi tempi attuali nel turismo, quest’ultimi dovrebbero servire per riuscire ad andare avanti ... nonostante lei e i suoi adepti.
Infatti non saranno arzigogolate neanche talune forme di pagamento attualmente in voga come: “Tu dai una cosa a me e io … eccetera”, oppure: “Se t’inserisco nel comitato tu non parli più male di me”.
Anche quest’ultima forma, che sta attraversando notevoli consensi nel nostro Paese, non sarà pertinente al Comitato della doppia “Z”.

SARETE PAGATI?
Passa pure al paragrafo dopo

LA PRESIDENZA E IL REGOLAMENTO
Manco a parlarne di presidenza, vice o giù di lì; tutti su uno stesso ed unico piano; gli altri, se manca lo spazio, possono accomodarsi nelle scale o giù in strada.
Però per cortesia non fate casino, qui la gente dorme anche di giorno.
Alcuni riposano perché hanno perso il lavoro che avevano dentro al turismo e non hanno niente da fare; neanche a cercarlo che tanto non c’è.
Altri invece dormono per non spendere dei soldi perché tanto non ne hanno.
E di notte?
Anche!

Ah dimenticavo di dire che sono ammessi anche cani e porci, tanto per fare un po’ di bilanciamento con quella là.

P.S.: Basta fare un solo commento (fischio o colpo di tosse) su questo blog e siete soci.

26 commenti:

Anonimo ha detto...

Ha ha ha ha ha

Mi iscrivo perchè è vero e per simpatia.

Cough cough

vinc ha detto...

Ecco li, stavo leggendo e qualcuno mi ha preceduto.
Volevo avere la tessera n. 1, pazienza.

Devo tossire?

;-)

Anonimo ha detto...

3° e 4°

Io e mio marito

Anonimo ha detto...

Vengo anch'iooooo per mandarla a casa

per sempre chillalla'

abbonato ha detto...

Abbonato

sergio cusumano ha detto...

Il logo è più bello (meno brutto) di quello di Magic ItalY in Tour.
Ci sono

il comasco ha detto...

Mi sono iscritto anch'io. Già beneficiavo del prestito che mi hanno fatto per andare in vacanza, con questa mia adesione al programma "ZZ", ho risolto tutti i miei problemi. Un idea meravigliosa che solo un genio come lei poteva partorire.

sergio cusumano ha detto...

@il comasco

Prestito?

Ma non li ragalavano i soldi del Bonus Vacanze?

frap1964 ha detto...

Zorro Zorro Zorro di te ogni ministra ha paura...
Zorro Zorro Zorro la tua lingua è giustizia sicura...
Zorro Zorro Zorro sul blog giorno e notte colpisci...
Zorro Zorro Zorro doppia zeta è la firma che lasci...

:-D

P.S. Mi fiondo anch'io a comprare mantello, sciabola e mascherina.
Ma niente cavallo eh, che altrimenti si dispiace la Brambi.

Uno di voi ha detto...

Largo che arrivooooooooooooo!!!!
Non la sopporto piùùùùùùùùùùùùùù!!!!

:-D

Jennaro ha detto...

Non voglio né ca(doppia zeta)ate e commissioni né diventare socio ma solo, di questo comitato, restare il servitore.

Basta: alloggio, vitto, lavatura, imbiancatura ... e stiratura... ["_"]

W ZZ ha detto...

Mi ghe sun e sun da zena
ma se fossi anche di Trieste
da il comitato mi sia data lena
vorrei far parte contro la peste

Ciao grande Luciano

hahahahahaha
;-)

Luciano Ardoino ha detto...

Venite pure avanti, o voi col passo storto,
signori imbellettati, io più non vi sopporto!
Infilerò ragioni ben dentro al vostro orgoglio
perché con questa penna vi uccido quando voglio.
Venite pure avanti campioni sgangherati,
inutili cantanti di giorni sciagurati,
buffoni che campate di versi senza forza
avrete soldi e gloria ma non avete scorza;
godetevi il successo, godete finché dura
ché il popolo è ammansito e non vi fa paura
e andate chissà dove per vendere le tasse
col ghigno e l’ignoranza dei primi della classe.
Son io un povero cadetto del ligure ponente
però non la sopporto la gente prepotente.
Gli orpelli? L’arrivismo? All’amo non abbocco
e al fin della licenza io non perdono e tocco.
Facciamola finita, venite tutti avanti
giovin docenti e vecchi, politici rampanti;
venite portaborse, ruffiani e mezze calze,
feroci conduttori di trasmissioni false
che avete spesso fatto del qualunquismo l’arte;
coraggio statalisti, buttate giù le carte
tanto ci sarà sempre chi pagherà le spese
in questo benedetto mondo, l’assurdo bel paese.
Non me ne frega niente se anch’io sono sbagliato,
spiacere è il mio piacere, io amo essere odiato;
coi furbi e i prepotenti da sempre mi balocco
e al fin della licenza io non perdono e tocco.
Venite gente vuota, facciamola finita:
profeti squilibrati che date un’altra vita;
se come giusto c’è, un Dio nell’infinito
guardatevi nel cuore, l’avete già tradito
e voi materialisti, col vostro chiodo fisso
di far cader l’uomo in fondo a questo abisso,
le verità cercate per terra, da maiali,
tenetevi le ghiande, lasciatemi le ali;
tornate a casa nani, levatevi davanti,
per la mia rabbia enorme mi servono giganti.
Ai dogmi e ai pregiudizi da sempre non abbocco
e al fin della licenza io non perdono e tocco.
Io tocco i miei nemici col senno e l’esperienza
ma in questa vita oggi non trovo più pazienza,
non voglio rassegnarmi ad essere cattivo
qualcuno può salvarmi, e quest’io lo scrivo;
dev’esserci, lo sento, in terra in cielo o un posto
dove non si soffre e tutto sarà più giusto.
Profeti del turismo, colpevoli veggenti
venite pure in molti, venite tutti quanti
Coi bulli e gli spacconi da sempre mi balocco
e al fin della licenza io non perdono e tocco.

ZZZZzzzzzzzzzzzzz
Sarà zanzara o sonno?

Anonimo ha detto...

Ci sono anch'io


etcì!!!
Basta uno starnuto?

E' perchè sono allergico alla Brambilla.

Renata ha detto...

One more from Canada


Smack

Renata

Francesco Pedroni ha detto...

Come non esserci nel zeta zeta?

;-)

VS Brambilla for ever ha detto...

Se Rostand lo sapesse.

Però a parte i versi cambiati per lo scopo mi aggrego all'iniziativa del comitato ZZ.

Due Zorro sono meglio di uno

Anonimo ha detto...

Dall'amica Vittoria Brancaccio


..E così, se nei primi anni Settanta l'Italia era la prima meta turistica del mondo, oggi si trova al quinto posto. La Banca d'Italia ha quantificato questa caduta pubblicando i saldi del bilancio turistico nazionale (ottenuto calcolando i crediti per gli arrivi dall'estero e sottraendo i debiti per le partenze verso l'estero): 11.169 milioni di euro nel 2007, 8.841 nel 2010. Un crollo precipitoso in soli tre anni, che non accenna a interrompersi e che al settore agricolo, secondo Agriturist, ha causato una perdita di oltre cento milioni di euro negli stessi tre anni.

Il ministro del turismo Michela Vittoria Brambilla, in merito all'argomento, si è difesa più volte ripetendo la solita frase: «L'Italia ha sofferto la crisi in misura minore rispetto agli altri paesi europei, e sono convinta che la ripresa sia ormai vicina». La dichiarazione non fa altro che dimostrare l'immobilismo di questo ministro, che nei suoi anni di carica non ha mosso un dito per salvare il settore turistico, provocando delle perdite anche all'agricoltura e ad altre attività. E permettendo così che, a fronte della crescita del 6,7% del turismo mondiale nel 2010 (fonte: World tourism organization), quello italiano sia calato del 2,8%.

frap1964 ha detto...

ZZ n. 1 di N

“Lo dico per esperienza che gli italiani sapranno cogliere l’opportunità che viene loro offerta.
Il mio non è solo ottimismo, ma conoscenza ed esperienza che sono alla base di alcune scelte.
Insomma, abbiamo restituito prima l’isola ai lampedusani, ora la restituiamo ai turisti”.


"... io sono certa che quella che sarà la stagione estiva 2011 sarà quella migliore di tutti gli ultimi anni."

Eh, 'sti isolani... i soliti ingrati.

Anonimo ha detto...

Come quando disse durante la trasmissione Ballarò di Rai 3 che la prima della Scala era stata trasmessa in 250 Paesi, mentre gli Stati nel mondo riconosciuti indipendenti sono “solo” 194.

Mi unisco a voi
:-)

Anonimo ha detto...

Abbonato anch'io

Plinio il Giovane ha detto...

Obbedisco ;-))

Anonimo ha detto...

Questo si che è un comitato con i fiocchi e come si deve.

Mi accomodo giù in strada e non faccio casino, tranquilli, sono uno pacifico.

:-)

vinc ha detto...

Ciao Plinio

come va?


:-)

salmone incazzato ha detto...

Spazio,fate spazio ci sono anch'io

Luciano Ardoino ha detto...

@salmone inca(doppia zeta)ato

Stai attento che se ti vedono quelli dell'azienda della Brambilla che commerciano i tuoi fratelli...

;-)