venerdì 1 ottobre 2010

Liberté (Bonus Vacanza) Fraternité (Intesa S. Paolo) Egalité (Michela Brambilla)

Pochi lo sanno ma Banca Intesa Sanpaolo assieme alla holding spagnola di NH Hoteles, possiede il 50 per cento delle azioni di NH Hoteles Italia che ha assorbito Jolly Hotels e Framon Hotels, oltre ad aver aperto nuovi alberghi.
Intesa San Paolo gode del 7 per cento del 100 per cento di Grand Jolly (la società che ha rilevato l’intero pacchetto azionario di Jolly Hotels), oltre al 45 per cento di NH Italia, la società che ha rilevato il 51 per cento di Grand Jolly.
NH Hoteles possedeva già il 20 per cento di Jolly Hotels e insieme a Intesa Sanpaolo, raggiunge il 50 per cento.
Un gran casino per chi non è introdotto o per chi non ci capisce granché in finanza, ma in poche parole, Intesa Sanpaolo è il patron finanziario del più grande gruppo alberghiero oggi esistente in Italia, gruppo alberghiero di madrelingua spagnola (mi raccomando di non scrivere NH Hotels, loro sono NH Hoteles e nelle loro riunioni, anche in Italia, guai a pronunciare enneacca, bisogna dire enneace).
Comunque acca o ace, la Brambilla, nello scorso fine gennaio, ha incaricato il signor Intesa Sanpaolo di organizzare tutto l’ambaradan per fornire i Bonus Vacanze ai richiedenti “indigenti”.
Un momento, prima le richieste passano da lei, mentre dopo “un’attenta” disamina vanno "all'indigente" che di seguito li porta alla banca.
Intesa naturalmente, che a questo punto ha già ricevuto i 5 mln del totale dei Bonus Vacanza (prima trance), che sono approssimativamente un terzo del totale della spesa per effettuare la vacanza.
Infatti la banca richiede prontamente all’indigente la differenza del prezzo che essendo due terzi, fanno 10 mln, per un totale 15 mln di euro.
Chiaro che poi questi tre terzi,  vengono “girati”, dopo qualche tempo, all’albergatore che ha accolto i “vacanzieri” con la detrazione del 4% + IVA per le spese organizzative dei BVI.
Ma chi sono gli albergatori che ricevono quei bei soldini?
Se vi siete dimenticati, ritornate su, alla ventiduesima riga di questo post e rileggete qual'è il più grande gruppo alberghiero italiano e se 2+2 fa sempre 4, una bella "fetta" se la prendono loro.
E la Brambilla che cosa rifà?
Altri bei 5 mln (seconda trance) dei “nostri” (eh si, perché mica ce li mette lei), che con i precedenti fanno 10 mln e che sommati ai 20 mln degli indigenti; fanno 30 mln … -1.200.000,00 euro (4% di trattenute per l'ambaradan della Brambilla), mentre quello che rimane va a finire...come sopra.

Liberté, Fraternité, ma soprattutto, Legalité.

9 commenti:

frap1964 ha detto...

Dove hai letto/sentito che Banca Intesa si prende un 4% aggiuntivo a quello di BVI sui Buoni Vacanze?

Perché QUI, invece, si leggerebbe tutt'altro.

Luciano Ardoino ha detto...

@frap

Non so come sia successo, ma mentre facevo l'ammortamento per un nuovo Hotel in Italia, ho scritto il post con quella sciocchezza.
Ho corretto senza corrige.
Grazie amico
;-)

vinc ha detto...

He he he

sergio cusumano ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
sergio cusumano ha detto...

Errare humanum est, invece perseverare è diabolico.

La MVB è diabolica?

Anonimo ha detto...

Egregio Dott. Ardoino, scrivo qui, non essendoci recenti altri riferimenti in merito alla gestione del turismo di Roma.
Ho provato ha commentare nei suoi articoli precedenti ma mi è sempre apparsa la scritta -in attesa di approvazione ect.-: credo che lei l'abbia limitata agli ultimi.
La presente è per chiedere il perchè non abbia più niente da dire sulle presenze turistiche a Roma in considerazione che queste sono aumentate considerevolmente.
L'hanno forse zittita o .....

Luciano Ardoino ha detto...

@Anonimo

Se pensa che mi dispiaccia il fatto che la città di Roma abbia maggiori presenze turistiche del 2009, lei non ha capito nulla di questo blog, ma soprattutto di chi ci scrive.
Il problema è che per seguire il turismo, a volte ci si dimentica di altre cosette, come ad esempio il degrado della periferia romana.
Ritengo invece che le cosette possano migliorare di pari grado.
Un cordiale saluto

frap1964 ha detto...

Il settimanale Tempi pubblica una curiosa considerazione sulla fauna italica in Parlamento.
Ma Brambi animalista forse non se ne accorge e lieta inserisce nella sua rassegna stampa. :-D

Luciano Ardoino ha detto...

Appinto l'oca, come argutamente ha evidenziato la/il giornalista, dove fare il ministro del turismo?

Però anche in questa occasione non si è smentita, e infatti dichiara di non coprirsi o vestirsi di cadaveri.
Allora le scarpette di pelle e cinghiette varie?

:-D