mercoledì 1 febbraio 2012

Perchè questa gente qui è nel Parlamento italiano ?

The Italian Parliament is composed of 945 persons (630 in the House of Deputies and 315 in the Senate). 

For What It's Worth

 









14 commenti:

Anonimo ha detto...

For What is it Worth ?

Anonimo ha detto...

Bravo Ardoino.
Non bisogna dare tregua e convincere la gente che sono cose inamissibili.

vinc ha detto...

Senza fare troppo casino, ma cosa aspetta l'italiano medio a dire BASTA!

Anonimo ha detto...

He he, mi sa che aveva ragione!!!!!

@Luciano Ardoino

La terza Commissione consiliare, presieduta da Fabio Badiali, ha avviato l’esame del nuovo Piano turistico regionale delle Marche 2012-2014. Ascoltati, in prima seduta, l’assessore Serenella Moroder ed il dirigente Raimondo Orsetti. Questi i punti principali: potenziare tutto il territorio come destinazione turistica; incentivare la competitività di aziende ed operatori incrementando il valore aggiunto dell’attività; avanzare nel posizionamento nazionale ed incrementare quello dei mercati internazionali sviluppando una destinazione turistica con identità propria; ampliare i collegamenti aerei verso la regione; consolidare la diversificazione turistica e focalizzare l’attenzione sulla creazione di un portfolio prodotti a valenza triennale. E ancora: rafforzare la gestione strategica della destinazione Marche sviluppando un sistema di tipo integrato; posizionare le Marche come destinazione di riferimento per il mercato nazionale ed internazionale attraverso azioni di marketing on line ed off line; migliorare la competitività e l’attrattiva turistica affinando l’offerta; puntare sulla destagionalizzazione dei flussi per favorire un turismo nell’arco di tutto l’anno. L’obiettivo strategico generale in termini di arrivi nelle Marche è quello di un incremento di circa il 3% annuo. La Commissione ascolterà a seguire le associazioni di categoria.

sergio cusumano ha detto...

Marzotto si è inc...ato!

Non si è parlato né di piano triennale né di sedi estere al Cda dell'Enit convocato stamane a Roma, ma solo del ricorso di Matteo Marzotto nei confronti dell'agenzia. L'ex presidente e poi commissario si ritiene ancora investito di queste sue ultime funzioni mentre il Dipartimento interpreta che una volta riconvocato regolarmente il Cda, come effettivamente accaduto per volontà del vicepresidente Mauro Di Dalmazio, decade automaticamente il commissariamento.
A questo punto il Cda è riconvocato per venerdì 10 febbraio prossimo mentre per quanto riguarda la nomina di Pier Luigi Celli alla presidenza sarà la Conferenza Stato-Regioni a conferire l'intesa domani, procedura preliminare al passaggio dell'iter alle Camere cui seguirà il decreto del Presidente della Repubblica.

sergio cusumano ha detto...

@Luciano

Cosa ne pensi?

Non ha nessun dubbio l'assessore regionale ligure Angelo Berlangieri circa la competenza attribuita alle Regioni sul turismo. "Il turismo deve restare di competenza delle Regioni, l'assetto costituzionale va mantenuto così com'è" sottolinea in risposta alla proposta del ministro del Turismo Piero Gnudi secondo cui "bisogna modificare il titolo V della Costituzione affinché il turismo torni a essere materia concorrente, per lavorare meglio insieme e non buttare i soldi".
Per rendere il turismo competitivo sul mercato mondiale, Berlangieri chiede invece al governo Monti "di mettere a punto al più presto un piano per la programmazione generale e una messa a fuoco di tutte le competenze con l'indicazione tutte le fonti di finanziamento. In modo strutturale, se è vero che il turismo è un sistema economico del Paese".
Nessun governo, sostiene ancora l'assessore, ha mai individuato ad esempio una rete con i diversi punti nodali delle strutture aeroportuali per fare incoming e dar vita a tutti i sistemi di collegamenti e trasporto per far raggiungere agevolmente ai turisti le località turistiche.

sergio cusumano ha detto...

E poi.......insiste sul fatto che il Governo si debba occupare da un lato della programmazione generale e della partnership con la Regioni per la promozione della Marca Italia, attraverso l'Enit e il portale, senza andare a ritoccare il titolo V della Costituzione. La proposta ligure prevede che al posto della tassa di soggiorno alle Regioni vada una quota dell'Irap. Ai comuni potrebbe essere ridotto il prelievo statale sull'Imu (dal 50% al 20%) per organizzare eventi e manifestazioni.

Luciano Ardoino ha detto...

@Sergio

Ho radicalmente cambiato l'opinione nei confronti di Angelo berlangieri, e permettimi di dire che n'ero convinto.

E' certamente una persona che può dare un buon input al turismo ligure, e se l'ho "stuzzicato" è anche e soprattutto per questo.
Lo seguivo da quando era DG del turismo della Regione sotto la Margherita Bozzano ed ero conscio delle sue qualità.

Quello che ha detto in merito ai tuoi commenti è oro colato.

frap1964 ha detto...

Oggi in conferenza Stato-Regioni, a partire dalle 15.30, le Regioni si esprimono sulla candidatura di Pierluigi Celli a Presidente di ENIT.
Speriamo che facciano il loro dovere.

Luciano Ardoino ha detto...

Sono in trepida e tiepida attesa.

Sono anche certo che il parto si farà!

Sic!

:(

annasirolo ha detto...

@Anonimo:#Marche, magari tutte le regioni!!!
@Luciano:non so cosa ne pensano le regioni... ma mi pare un film già visto e rivisto.

Luciano Ardoino ha detto...

@Anna Sirolo

... e tutti vissero felici e contenti.

Speriamo però di non fare la fine delle vestali della Principessa Ifigonia.
Anche loro erano felici e contenti, ma per tutt'altro motivo.
Si narra che in quella goliardica "commedia" universitaria, in coro accennassero a: ... noi siam felici, noi siam contenti, le chiappe del cul porgiam riverenti ...

Un motivetto che non mi piace per niente ...

Pardon per la scurrilità ma è ARTE e per l'arte tutto è consentito ... o quasi.

annasirolo ha detto...

@Luciano: appunto! C.v.d.
http://www.ttgitalia.com/pagine/Enit-arriva-il-via-libera-delle-Regioni-alla-nomina-di-Celli,Dettaglio001,IT,278537,Home-news.aspx
"Le Regioni danno il loro assenso per la nomina di Pier Luigi Celli a presidente dell'Enit. La notizia arriva dalla Conferenza Stato-Regioni convocata oggi e ancora in corso. L'approvazione da parte delle Regioni della proposta del ministro del Turismo Piero Gnudi è il primo passaggio dell'iter di nomina del nuovo presidente. Ora il percorso per l'arrivo di Celli sulla poltrona più alta dell'Enit proseguirà alle Camere e infine dovrà essere ratificato dal Presidente della Repubblica."

Luciano Ardoino ha detto...

@Anna Sirolo

C.v.d.

Sic!

:(