mercoledì 19 dicembre 2012

Se il pedone diventa Regina, cavallo, alfiere o torre ... diventa importante ?


… e poi ci sono quelli che non appena il pedone diventa Regina, o alfiere, o torre o cavallo (nel gioco scacchi accade quando il pedone raggiunge la parte opposta della scacchiera), ecco che di botto s’accorgono del suo nuovo “ruolo”.

Infatti fino ad allora, “essi” consideravano il pedone poco o poco più di niente e non ci perdevano certo del tempo per conoscerne le future sue mosse, e una cippa importava se mangiava, beveva o faceva etcì.
Però una volta diventato importante, alé, felicitazioni, complimenti e auguri a gogò.

A tal punto che se per caso al “pedone appena promosso” viene solo da starnutire o dal dire che ipoteticamente sta cominciando a mangiare, la massa degli “amici per caso” si fanno in quattro per augurargli un sacco di bene con i prosit e buona digestione al seguito.

E la gara si fa tanto serrata, che il push sul “mi piace” (ad esempio su facebook, tanto per dire, neh?) è di una tale velocità che c’è chi pensa che Mark Zuckerberg stia approntando per l’occasione delle batterie, semifinali e quindi la finale per eleggere il più rapido “pusher adulatore” del mondo.

Comunque sia, Andrea Babbi è da poco il nuovo Direttore Generale dell’Enit e mai si era letto così tanto dell’ente del turismo nazionale e del suo primo responsabile.
Combinazione o “ma guarda un po’ che strano”?
Prima, al massimo, potevi trovare qualche trafiletto sui quotidiani web preposti al caso (turismo), e quasi niente sui social o sui blog, mentre chi ne scriveva in una circostanza per avvenimento fortuito, se ne guardava bene dal farlo ancora.

Adesso, a parte gli ovvi complimenti, l’augurio e gli auguri; ebbene, non si riescono più a contare il quantitativo industriale di post all’indirizzo dei vecchi “pedoncini”.
E ogni giorno ne escono di nuovi e tutti di una lunghezza impressionante, che quasi (?) sembra che lo scopo sia quello d’impressionare (?).
E perché?
E come mai a scrivere dell’Enit, del suo direttore generale nonché del presidente, negli anni passati eravamo solo noi?
Cos’è successo nel frattempo?
Ma soprattutto, se non saranno “omaggiati” di ugual considerazione … continueranno a pushare inde fessi?
Ed infine: è mai possibile che abbiano a cuore l'Italia (Enit) tutto ad un tratto e solo adesso che n'è arrivato uno nuovo ... che se magari ... forse ... probabilmente ... chissà se lui vedrà ... che ci sono anche loro e che ... mah e forse anche boh?


l'adulazione non viene mai dalle anime grandi, è appannaggio degli spiriti piccini, che riescono a rimpicciolirsi ancor più per meglio entrare nella sfera vitale delle persone intorno a cui gravitano. (Honoré de Balzac)

… é meglio cader preda dei corvi che degli adulatori, perché quelli divorano solo i morti, questi i vivi. (Antistene)

gli unicorni possono essere indotti in inganno per mezzo degli alberi; gli orsi per mezzo degli specchi; gli elefanti per mezzo delle buche; i leoni per mezzo delle reti, e gli uomini, infine, per mezzo dell'adulazione. (William Shakespeare)

… sappiate che tutti gli adulatori vivono a spese di quelli che li ascoltano. (Jean de La Fontaine)

… pedone o Re per me pari sono (luciano ardoino)






7 commenti:

Anonimo ha detto...

Non perdi la minima occasione eh?


;-)

vinc ha detto...

@Luciano

A chi era rivolto?


;-)

Jennaro ha detto...

Vruoccole, gnuoccole e predecature, fatta Pasca nun serveno cchiù ... Una volta raggiunto lo scopo, i lecchini vengono disprezzati dallo stesso "padrone" ...

:-)

sergio cusumano ha detto...

@Luciano

Non ti piacerà sentirtelo dire o vederlo scritto ma io ti adoro.
Per me sei un maestro di vita e di verità.

Peccato ce ne siano pochi, molto pochi.

:-D

Luciano Ardoino ha detto...

@Jennaro

Giuanne, Franceschiello e Don Pascà?

Luciano Ardoino ha detto...

@Sergio

Te possino ...


;-)

Anonimo ha detto...

:-D