lunedì 30 maggio 2011

E meno male che i miei dati erano "farneticanti" e i vostri invece erano buoni. Eh, Marzotto, Rubini e Brambilla?


Una donna sola al “comando”, ma non è questa la tele o radiocronaca della scalata della cima Coppi durante una tappa del Giro d’Italia, no, questa è la mia personale descrizione della Michela Brambilla da quando mente avversa alla logica umana (ragiono per “solo” questo caso perché del resto non m’intendo e non m’interesso) l’ha depositata nella “casa” del Ministro del Turismo; e ben capite a chi mi riferisco.
Eh si, adesso non si chiama più Ministero del turismo, bensì fuori dal palazzone che l’ospita (speriamo ancora per poco) appare in bella evidenza e a caratteri cubitali simil oro: MINISTRO DEL TURISMO, primo ed unico caso al mondo … credo.
Forse in Zimbabwe ci sarà scritto altrettanto, ma non ci giurerei, e tantomeno ci scommetterei un soldo bucato.
E’ invece probabile che sia nella “vanità” come nella mancanza d’umiltà o in qualche altro aggettivo non troppo gratificante, che con ‘sti “elementi” siamo veramente unici e i “campioni” del mondo.
Ma forse è meglio dare la parola ad uno psicologo in modo che mi/ci possa erudire sul perché certa gente si e ci “ridicolizzi” così agli occhi di tutti.
Ma la sopraddetta è solo una “semplice” cosa del suo fare e del suo dire.
Fare che in tre anni di “regno” e decisioni “solitarie” hanno solo scontentato i più con l’unico risultato che adesso più di tre quarti della popolazione d’Italia s’interessa di turismo; si ma solo per giudicarla male o per darle contro.
E a parte quei pochissimi che nelle sue vicinanze arrancano in salita (Cima Coppi) e che per chissà quali meriti sono inseriti probabilmente come semplici “portatori d’acqua”, il rimanente quarto non s’interessa di questo comparto, ma come gli altri le danno addosso non appena possono, e vale a dire quando parla … eccome se parla.
E tale e quale discorso vale anche per questo blog che nasce per evidenziare l'inconsistenza del suo parlare.
Si, è vero che i suoi “gregari” dicono sempre che il tutto va bene e che siamo i primi della classe; che il turismo è stato il settore industriale che più ha tenuto al confronto di tutti gli altri … si, ma a parole.
Poi arrivano i fatti (i dati veri) e la cosa svanisce come d’incanto, per poi riapparire sottoforma di altre statistiche o altri numeri che “manco li cani” ci credono più, ma di cui loro si fanno sempre dell'immeritato vanto.
E la storia continua all’infinito tra ricchi “premi” e cotillons.
Eh già, perché oltretutto vengono anche premiati da qualche associazione che … vabbè, avete capito; ma bravi a dare delle causali che in verità non trovano un granché di riscontro oggettivo.
Premio decché e perché?
Ma si possono premiare delle persone (es. Paolo Rubini GMdell’Enit) che dopo aver detto per tutto l’anno che i turisti stranieri stavano sempre più aumentando (+35% di qua, + 30% di la e via cantando), e ben coadiuvato dal Presidente dell’Enit, Matteo Marzotto, nonché con l’aiuto “volontario” della Brambilla, alla fine si siano ritrovati con questi seguenti dati?
E dove mi sono addirittura "beccato" del "farneticante e ben altro" da qualcuno di quelli, per il solo motivo che avevo contestato dei loro presunti dati con altri, e che poi si sono dimostrati i più giusti e corretti.
Comunque sia o è stato le presenze straniere (pernottamenti in migliaia) nel 2009 erano 314.470, mentre nel 2010 sono state 311.686 (dati Banca d’Italia) e mica fagiolini.
E se poi facciamo il conto con il 2008, le presenze (pernottamenti in migliaia) furono 331.903, dove il Rubini ancora non c’era, ma c’erano sia il Marzotto che la Michela Brambilla.
Ma per piacere!
Andate a “dormire” sull’ortica tanto per fare del francesismo e per non dire di peggio.
E l’Italia che è sempre in salita non trova mai una cavolo di tappa che sia almeno per una volta, solo in pianura.
Col risultato che questo Giro si può anche annullare, tanto sono anni buttati via … e pensare che quel ministero, per me, serviva proprio allo scopo italiano.

9 commenti:

frap1964 ha detto...

Prendiamo come riferimento il 2007, che questi qui a maggio 2008 stavano già al governo e confrontiamo i risultati dopo due anni e mezzo di legislatura.

Pernottamenti stranieri -10%
Spesa stranieri -6%
Visitatori stranieri +4%

Pernottamenti italiani estero +4%
Spesa italiani estero +2,3%
Visitatori italiani estero +13,9%

Record negativo del saldo nel bilancio di spesa turistica del quinquennio: 8.788 milioni di euro.

Però sono aumentate moltissimo le spiagge che accolgono i cani e così adesso siamo tutti molto contenti, perché così si migliora enormemente la performance.

[remind] commento di Brambi:
Un ottimo risultato, che dobbiamo soprattutto alle nostre città d’arte, grandi e piccole, che l’anno scorso hanno richiamato il 5 per cento di turisti in più, in maggior parte provenienti dall’estero; un prodotto turistico in grado di generare flussi anche al di fuori dell’alta stagione e che questo governo ha inteso finalmente valorizzare anche in ragione del grande patrimonio artistico culturale del nostro paese.
Ci aspettiamo che il trend positivo continui anche quest’anno.


E infatti i dati del primo bimestre 2011, guarda caso, sono ugualmente disastrosi.

frap1964 ha detto...

Ah... dimenticavo la bella performance nel saldo della bilancia turistica.

----- 2007 --- 2010 --- var%
Str. 31.121 29.257 -5,9%
Ital. 19.952 20.416 +2,3%
---------------------------------
Saldo 11.169 8.841 -20,8%

[remind] commento di Brambi:
L’indagine di Bankitalia conferma la competitività della nostra offerta nei confronti del turismo internazionale e l’importanza del lavoro svolto riportando il brand ‘Italia’, nella sua interezza, al centro di una efficace strategia di promozione nazionale...

Brambi, impara a leggere i numeri come si deve:
il ns. problema è che, in media, costiamo il 19% in più degli altri.

vinc ha detto...

Milano e Napoli hanno confermato il buon Governo del fare al pari della Brambilla.

Luciano Ardoino ha detto...

@Vincenzo

Vincenzoooooooooo, please.

:-)

Luciano Ardoino ha detto...

@frap

Eh si, sono riusciti a fare peggio del Magnani, il che è tutto dire.

P A Z Z E S C O !!!

frap1964 ha detto...

OT:
dei sei comuni emiliani al ballottaggio (circoscrizione di elezione di MVB: XI - EMILIA-ROMAGNA), 4 su 6 finiscono al PD.
Cattolica, Cento, Finale Emilia e Rimini.
Salsomaggiore e Cesenatico al PDL.
Brambi in lutto.

Luciano Ardoino ha detto...

Oibò, tanto cambia ben poco.
Credo che queste amministrative siano un chiaro segnale che la gente vuole il nuovo a prescindere.
Ma ahimè, senza fare dell'inutile e improduttivo pessimismo, siamo ancora ben lungi dal trovare qualcuno giusto, che ci sappia fare e soprattutto "onesto".
E se per caso se n'affaccia uno, lo fanno fuori in un battibaleno, naturalmente in senso figurato, ma non solo.
E' una storia molto triste ... ma non m'arrendo.
;-)

Anonimo ha detto...

Grande Luciano.

Hi hi hi



Renata

Luciano Ardoino ha detto...

@Renata

Ciao, appena puoi rispondi all'e-mail.

Abbraccionissimi