martedì 25 agosto 2009

Bonus vacanze

Il 22 ottobre 2008 Il Sole 24 Ore apriva con il via libera ai buoni vacanze, per 5mln. di euro poi tramutati in 15 entro il 2010 a favore delle famiglie disagiate da usufruire nell’intero arco dell’anno (esclusi luglio ed agosto e il periodo dal 15 dicembre al 15 gennaio); come a dire che chi è disagiato può tranquillamente scegliere (?) il periodo vacanziero.
Infatti, dopo il parere favorevole della Corte dei Conti, il decreto varato dall’allora sottosegretariato alla Presidenza del Consiglio con delega al turismo, Michela Vittoria Brambilla, dichiarava che era da subito operativo, o almeno così dicevano.
La stessa enunciava che stava elaborando i regolamenti di attuazione di questo decreto in modo che gli strumenti necessari per l'erogazione di questi bonus possano essere esecutivi già dall'inizio del prossimo anno (il 2009), e quanto prima, presso il dipartimento, sarà anche disponibile un numero verde al quale i cittadini potranno rivolgersi per avere tutte le informazioni del caso.
Il numero non l’abbiamo mai visto, ma forse ci sarà scappato.
In definitiva si tratta di alcune centinaia di euro da distribuire a circa 20.000 richiedenti per poter almeno affrontare delle brevi vacanze, in base alla dichiarazione dei redditi ed al numero dei componenti familiari.
Diciamo un aiuto che però non parte dalla medesima che di questo sembra si vanti, ma da un lungo iter iniziato nel 2001, legge 135 art. 10, che come al solito quando è il governo che deve dare, ha delle gestazioni elefantiadi.
Obiettivamente l’idea non è malvagia anche se probabilmente è malamente copiata da quella francese dove invece sono stati stanziati ben 908 milioni di euro!
Beh che dire; una bella differenza e credo che in fondo sia anche una bella presa in giro poichè a chi si augurava di poterne beneficiare nel 2009 nonostante i proclami della Brambilla, è rimasto solamente coll’eventuale depliant da guardare e per poter sognare, mentre è “già” attivo il sito e buona fortuna.
Si, buona fortuna perché è ancor oggi incomprensibile il come faranno a dare una graduatoria delle richieste se queste dovessero superare il bonus...vabbé, lasciamo perdere.
Probabilmente i francesi si sono “dimenticati” di dirlo o forse i "nostri" pensavano di saperlo.
Vedremo

11 commenti:

frap1964 ha detto...

"come faranno a dare una graduatoria delle richieste se queste dovessero superare il bonus"

Ma è semplicissimo no?
Insieme alla valangata di documenti, doveva essere presentata apposita 'proposta analitica progettuale di gestione dei Buoni Vacanza'.

L’Amministrazione provvederà a nominare apposita Commissione che avrà il compito di valutare le proposte progettuali pervenute sulla base dei seguenti criteri..

Se poi vuoi approfondire...

In ogni caso, il contributo statale è erogato fino ad esaurimento dei fondi disponibili, che ammontano a 5 milioni di euro, sulla base del criterio di priorità cronologica
(chi primo arriva, in pratica...).
;-)

frap1964 ha detto...

Domanda: secondo te, invece di tutto 'sto ambaradan, non sarebbe stata più ragionevole la possibilità di una detrazione fiscale della spesa per i nuclei familiari aventi i diritti di cui sopra?
L'Agenzia delle Entrate ha tutti i dati che gli servono, anche per fare controlli a posteriori.
Avrebbero potuto tranquillamente formulare la percentuale max di detraibilità sulla base dei dati storici che hanno per avere certezza della copertura finanziaria.

Luciano Ardoino ha detto...

Elementare Watson, ma elementare per i ben pensanti.
Per quanto riguarda "il contributo statale è erogato fino ad esaurimento dei fondi disponibili, che ammontano a 5 milioni di euro, sulla base del criterio di priorità cronologica"...
era appunto questo che volevo evidenziare poichè andranno bruciati in pochissimo tempo e quindi quante richieste avranno la stessa data?
In questo caso?
Quanto tempo sarà necessario per sviluppare le informazioni richieste eccetera eccetera?
Ancora una volta dimostrano delle superficialità alla "io speriamo che me la cavo"; ma almeno quel libricino faceva ridere, questi...no.

frap1964 ha detto...

ASCA - Cortina 24/8 - "Il turismo? E' in leggera flessione, ma meno grave di quanto s'immagini". Lo ha detto a CortinaIncontra Matteo Marzotto, presidente Enit-Agenzia nazionale del turismo. "In Italia stiamo tenendo abbastanza" - ha aggiunto - "meglio che in altri Paesi. Anzi, l'Italia attraversa la crisi in modo più dinamico di altri".
Marzotto solitamente critico con le Regioni che si sono spartite il turismo, riconosce invece che "hanno fatto molto bene", nonostante la mancanza di un sistema organico a livello nazionale.

Pure questo attacca con le nenie rassicurative brambillesche...
Ma il "sistema organico" non sarebbe poi compito della Brambi per l'Italia e di Marzotto per l'estero?

Luciano Ardoino ha detto...

Era immaginabile dopo la presa di posizione delle regioni e del fatto che il Titolo V garantisce loro la gestione.
Così pure tutti i discorsi che abbiamo fatto meno peggio di altri ma mai meno meglio di altri.
Italianità politichese, caro frap.

Plinio il Giovane ha detto...

" i numeri non sono ancora ufficiali, ma traspare soddisfazione da parte degli operatori turistici della Riviera romagnola per l'estate 2009. Almeno secondo quando afferma Telefono Blu, che sottolinea in una nota come la Riviera sia "la zona con il maggior numero di presenze in Italia, nello stesso periodo, seguita a distanza dalla Versilia". Il risultato della Riviera è stato favorito "dal prezzo ribassato della benzina, dall'inflazione a 0% e soprattutto dai prezzi ridotti e dal mare pulito". Telefono Blu ha inoltre fatto un confronto fra i 9 comuni rivieraschi dell'Emilia-Romagna per premiare la qualità tra queste località. A sorpresa vince Bellaria Igea Marina, capace di innovarsi più di chiunque altra, segue Cattolica, la Repubblica di San Marino, Cervia-Milano Marittima, Cesenatico, Ravenna, Comacchio mentre, a sorpresa, Rimini e Riccione si collocano agli ultimi due posti.

Grazie BRAMBI !!!!!!!

Luciano Ardoino ha detto...

Benino la liguria di levante mentre male quella di ponente.
Piemonte sulla parità ma a macchia.
Valle d'Aosta pareri buoni e pareri mediocri.

frap1964 ha detto...

@Plinio
E' che quando vogliamo, quando ci impegniamo veramente, alla fin fine... siamo davvero bravi.
;-)

Plinio il Giovane ha detto...

@Frap alcuni errori tecnici di trasmissione: http://blog.giorgiotave.it/index.php/italiait-23-consigli-seo/

Ciao

Anonimo ha detto...

http://www.riviera24.it/articoli/2009/08/26/68028/san-segundin-dargentu-eugenio-magnani-enit-promosso-responsabile-staff-del-ministro-brambilla

Luciano Ardoino ha detto...

Gentile anonimo,
ero "informato" della cosa e ne stavo appunto aspettando la nomina.
Comunque grazie, i vostri avvisi sono molto ben accolti.