domenica 2 agosto 2009

Capire tu non puoi, tu chiamale se vuoi; emozioni

Se qualcuno ha pensato che anche le str ... anezze ed i "ballun" vadano in vacanza, eccolo servito.
Infatti non c'è luglio o agosto che tenga ed i giornali non perdono certo l'occasione per riempire le loro pagine, soprattutto quando gli intervistati ne emettono in quantità industriale.
Ma veniamo all'articolo del Corriere della Sera del 31 luglio scorso (ieri) dove la Brambilla ci sorprende ancora una volta dichiarando che alla coppia di sposini giapponesi, venuti alla ribalta per via di un conto alquanto stratosferico ricevuto in un ristorante romano, non è mai stato recapitato nessun invito.
Ci sconcerta, ma non più di tanto, questa affermazione che è completamente discordante dalla precedente emessa non molti giorni fa dalla Ministro del turismo, ma soprattutto siamo stupiti dal fatto di come i giapponesi abbiano potuto rispondere all'invito se non l'hanno ricevuto.
Restiamo inoltre esterrefatti, nel qual caso l'invio non fosse stato veramente effettuato, che per una lettera da tradurre in giapponese non siano stati sufficienti 10 giorni; che sia il caso di una nuova Pearl Harbor?
Questo dà una chiara dimostrazione di quanto esternato in altre occasioni dalla medesima, dove per l'appunto elencava che i "suoi tempi sono molto veloci"(?).
Infine termino con la preghiera che finalmente qualcuno possa informare la signora Michela Brambilla che le regioni italiane sono 20, e non 21 come più volte sostenuto anche nell'articolo del Corriere; oppure provvedere da sola, perchè 40 secondi sono più che sufficienti per contarle.
Ma in che mani siamo finiti?

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Entusiasmante leggere la Brambilla perchè stanne certo, che qualcosa di incredibile lo dice.
21 regioni?

Stella di mare ha detto...

E noi ce ne accorgiamo subito, stanne tranquillo che non ci scappa niente delle sue dichiarazioni.

frap1964 ha detto...

Le Regioni no, ma le tattiche sono effettivamente 21. Perché sul tema la Regione Trentino Alto Adige ha da tempo delegato il tutto alle due Province autonome (Trento e Bolzano).
Che infatti hanno pure un diverso rappresentante nelle Conferenze Stato-Regioni.
E' che parlare di 21 tattiche regionali e delle province autonome è un po' verboso e quindi assolutamente incompatibile con i tempi "molto veloci" di Brambi. ;-)
Coi giapponesi invece doppia figuraccia. Prima dice che ha scritto per rimediare, poi si smentisce da sola. Fa tutto da sè.
E riesce pure a farsi dire di NO prima ancora d'aver fatto qualcosa.
Un esempio davvero brillante di comunicazione istituzionale.
Ancora non ha capito che esiste Internet e che quello che dichiara fa rapidamente e potenzialmente il giro del globo e pure in varie lingue grazie a Google Translate.
Come peraltro confermava pure Beppe Severgnini sul Corriere il giorno prima. Almeno leggesse prima di parlare...

Luciano Ardoino ha detto...

Ciao Frap, si è vero che sia Trento che Bolzano hanno un proprio rappresentante nelle conferenze Stato/Regioni, ma questo non toglie che le regioni siano sempre 20.
Ho voluto solo dare risalto a quest'ultima considerazione e vale a dire che dovrebbe presumibilmente collegare il "brain" prima di aprire la bocca poichè non è la prima volta che l'accentua.
A noi poveri mortali è permessa qualche sbavatura ma ad un ministro del governo non dovrebbe essere consentita.
Ottimo il buon Severgnini.
:-)